Speciale Natale

Birdy, i video della cantante fenomeno su YouTube

Birdy, i video della cantante fenomeno su YouTube
da in Musica, Spettacoli

    Birdy è l’esempio perfetto di come YouTube sia, per la musica di oggi, il serbatoio di sorprese più ricco. Dai meandri del sito di condivisione video non escono soltanto personaggi risibili come Justin Bieber e Rebecca Black ma anche artisti pop di valore come Lana Del Rey e, appunto, Birdy. Il nuovo fenomeno nato dal web non ha neanche 17 anni, all’anagrafe si chiama Jasmine van den Bogaerde e viene dall’Inghilterra. Segni particolari? Quasi 110 milioni di visualizzazioni su YouTube e un album che, dal nulla, è finito in classifica.

    In Italia Birdy arriverà in radio l’11 gennaio 2013 con il singolo People Help the People, una cover dei Cherry Ghost. Un esordio in colpevole ritardo, quello nostrano, dato che il primo album intitolato Birdy è uscito nel resto del mondo addirittura nel novembre 2011, raggiungendo il primo posto in diversi mercati e diventando disco d’oro in Gran Bretagna, Olanda e Australia. Merito soprattutto della bellissima cover di Skinny Love di Bon Iver. Il termine cover non ritorna a caso, perché è proprio reinterpretando brani famosi che Birdy si è fatta conoscere dal pubblico di Internet, trafila comune a molte giovani stelle pop che sbancano il mercato.

    La voce di Birdy (nomigonolo che la accompagna fin da neonata) ricorda in alcuni passaggi la più famosa Adele, pur risultando comunque abbastanza originale da essere riconoscibile nel mare magnum di YouTube.

    Di lei colpisce soprattutto il gusto melodico, che la porta a percorrere strade diverse e ben più raffinate di tanti coetanei che cercano un posto al sole. La sua fortuna, comunque, è che oggi queste atmosfere pop rarefatte e dominate dal pianoforte vanno di gran moda in radio (merito anche qui di Adele).

    Se qui da noi la conoscevano in pochi fino a qualche settimana fa, non si può certo dire lo stesso per gli altri mercati. Non sono solo i dati di vendita a parlare per lei. Qualche esempio? Il suo brano Just a game è stato inserito nella colonna sonora del film Hunger Games, mentre Learn me right, scritto in collaborazione con il gruppo Mumford & Sons, impreziosisce il film Pixar Brave – Ribelle. Se non bastasse, lo scorso agosto è stata invitata a cantare una cover degli Antony and the Johnsons durante la cerimonia di apertura dei XIV Giochi paralimpici di Londra. Direi che c’è abbastanza carne al fuoco per rispettare questa 16enne che sta facendo tremare i vecchi dinosauri del pop.

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MusicaSpettacoli

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI