Putty Squad, finalmente in uscita dopo 17 anni

da , il

    Se il ritardo di Duke Nukem, gioco che poi ha raccolto buona dose di successo, si è mantenuto entro i limiti dei 15 anni gridando già allo scandalo, cosa dovremmo allora dire di Putty Squad, il cui debutto sulle scene era atteso da ben 17 anni?!

    Ad ogni modo, sembrerebbe che non è mai troppo tardi per ripensarci: Putty Squad, infatti, esordirà su una delle piattaforme paradossalmente più giovani, iPad, il prossimo marzo 2011.

    Gioco un po’ della sorte, Putty Squad venne recensito con ottime votazioni nel lontano 1994, quando, per capirci, i giochi grigi, tetri e sporchi a cui l’industria videoludica ci ha abituato di recente erano un lontano miraggio.

    Il concept del gioco, legatissimo a quello che reso grande la saga infinita di Mario Bros., parla di uno schema consolidatissimo in quei titoli di inizio anni 90: piattaforme, trappole, nemici mischiati a trappole, stelle da raccogliere, power-up, livelli segreti e tanti altri surrogati simili.

    Putty, il protagonista del titolo, altro non è che una piccola sfera blu con due occhi che può gonfiarsi fino a scoppiare e il cui materiale (sia esso di gomma, di silicone, plastilina) non è tanto chiaro.

    Putty dovrà farsi valere contro i propri nemici. Un gioco bidimensionale dal sapore antico che al tempo (17 anni fa) era considerato abbastanza difficile e veniva classificato (venne recensito prima dell’uscita ufficiale) tra i migliori dell’epoca. La casa produttrice ha approfittato dell’interesse nato attorno a questo titolo storico per riproporlo su una piattaforma del tutto nuova (iPad) e che è al centro delle notizie per l’uscita di una versione rinnovata della stessa (iPad 2). Speculazione o semplice fortuna?

    Non resta che conferire alla classifica di App Store l’intera responsabilità di definire se la passione per i giochi un po’ antiquati degli anni 90 sia rimasta intatta al passare del tempo.