Identikit di chi lascia i commenti sui siti: la top 5

Identikit di chi lascia i commenti sui siti: la top 5
da in Hi-Tech, Social Media
Ultimo aggiornamento:
    Identikit di chi lascia i commenti sui siti: la top 5

    Su Internet c’è una regola non scritta: raramente un utente che legge un articolo e che lo apprezza si prende un secondo per lasciare un commento per esprimere il proprio gradimento. Più facile, invece, che chi lasci un contributo lo faccia solo per stracciare una parte anatomica piuttosto sensibile, per il semplice gusto di farlo. Ci sono però almeno cinque differenti tipologie di commentatori seriali che – probabilmente ancorati dietro a un monitor di un ufficio di un lavoro noioserrimo – spendono ore a navigare sul web e a seminare felicità a piccole dosi.

    5 IL TUTTOLOGO

    Che tu stia scrivendo di ricette di torte con zucchero d’uva alla recensione del nuovo iPhone 6 oppure un’analisi dell’ultima prestazione orripilante dell’Inter, trovi sempre il commentatore che ti illumina con una frase che ha più o meno questo senso: “Sei un totale imbecille e incapace, potrei fare il tuo lavoro un milione di volte meglio, ma sono troppo impegnato per salvare il mondo e ti faccio il regalo di migliorare il tuo scritto con una mia opinione che è una verità innegabile“.

    4 IL DIETROLOGO

    Magari c’è un articolo sulla sagra della salsiccia oppure un’intervista noiosissima a un regista uzbeko di documentari sulle dighe, ma trovi spesso il commentatore che vuole svelare al mondo il segreto che vuoi tenere nascosto: “I soliti venduti!!11!! Basta con queste storie, diteci la verità e non continuate a fare il gioco dei governi e delle istituzioni, vogliamo la veritah!1!“.

    3 QUELLO CHE VUOLE SOLO NOTIZIE ESSENZIALI

    È innegabile che almeno l’80 per cento delle notizie pubblicate online sia fuffa non indispensabile, anzi serve a fare pagine viste e d’altra parte segue il gusto degli utenti che vogliono vedere la gnocca, macchine, calcio, ricette e gente spiaccicata. Però, c’è sempre chi trova il tempo per lasciare il suo giudizio severissimo “E a me che me ne importa! Questi giornalisti o presunti tali, siete tutti degni di Studio Aperto“. Ma poi, perché apri un articolo che non ti interessa?

    2 LO SPAMMER

    Ci sono utenti che commentano senza minimamente concentrarsi su ciò che il contenuto tratti: che sia un approfondimento sul mondo delle auto a GPL dell’inverno 2014 oppure di calciomercato del Napoli o ancora di abiti da sposa neri o delle Wags, il commentatore spammer troverà il modo per promuovere la propria pagina con questa formula “Bell’analisi quella su – prendi spunto da titolo e scrivi qualcosa – vieni sul mio sito per scoprire le novità del blablabla“.

    1 IL PEZZO DI ME**A

    Basta usare eufemismi, perché andare a definire uno che si prende la briga di non leggere nemmeno una frase dell’articolo per spalare sterco sull’autore solo per il gusto di farlo? Che tu abbia scritto effettivamente una schifezza oppure che tu abbia appena pubblicato un articolo da Pulitzer poco importa perché la tua dose giornaliera di insulti non te la leva nessuno.

    Col tempo, però, impari l’arma finale contro i flamer: basta ignorarli.

    528

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechSocial Media Ultimo aggiornamento: Martedì 23/06/2015 16:31
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI