Driver: San Francisco, in uscita per pc e console (video)

Driver: San Francisco, in uscita per pc e console (video)

    Il mercato sta per accogliere un altro racing game, ben noto agli amanti del genere: Driver: San Francisco. Il nuovo titolo della serie Driver, nata nel 1999, ne rappresenta la quinta incarnazione; lo sviluppo è affidato alla Ubisoft Reflections, dopo che Ubisoft ne ha acquistato i diritti, che ci ha lavorato per ben sei anni. La serie infatti stagnava dopo una serie di titoli completamente sbagliati, che hanno sicuramente messo in ombra un brand che invece era partito benissimo.

    Il modus operandi che ha accompagnalo lo sviluppo di Driver: San Francisco è stato quindi caratterizzato da una ricerca delle vecchie atmosfere del gioco, un ritorno alle origini, legate al primo Driver, amatissimo dai fan del genere che finora non hanno potuto godere di un degno sequel. Driver: San Francisco sarà come deve essere: completamente on the road!

    Chi ha seguito Driver nelle varie incarnazioni che l’hanno portato oggi ad arrivare al quinto capitolo avrà sicuramente notato la parabola discendente che ha caratterizzato tutti i sequel del capostipite della saga; se il primo Driver era guida allo stato puro i successivi titoli sono stati contaminati con un mix di elementi stonati, integrando in alcuni casi lunghe sequenze a piedi, assolutamente non gradite o richieste.

    Guida allo stato puro quindi, è questo che si richiede ad un gioco che si titola Driver, ed è questo che sarà Driver: San Francisco, il titolo si giocherà tutto sulle lunghe strade di San Francisco, ben riprodotta, con i suoi scorci riconoscibili, un traffico credibile e ben 140 veicoli, tutti riprodotti su licenza.

    Il protagonista di Driver: San Francisco è il detective Tanner, che opera nella San Francisco degli anni settanta. Tutta la trama del gioco sembrerebbe svolgersi in un sogno di Tunner che, a causa di un incidente avvenuto nei capitoli precedenti, si trova in coma. Questo semplicissimo plot narrativo serve per introdurre la vera novità di Driver: San Francisco, ossia la modalità Shift: di fatto consiste in una visuale dall’alto, a volo di uccello, da abilitare in tempo reale, sulle strade della città; il giocatore potrà puntare qualsiasi vettura e cliccarci sopra per ritrovarcisi immediatamente alla guida. Il potere di impadronirsi del corpo degli altri ignari guidatori è una gradita eredità del coma.

    Questa possibilità di impadronirsi a piacimento di qualsiasi vettura in strada è fortunatamente subordinata allo svolgersi della trama: per portare avanti la trama principale sarà infatti necessario concludere alcune missioni secondarie.

    Le missioni di Driver: San Francisco sono molto varie, si va dall’inseguimento di un sospetto ad attività molto più leggere come distruggere la campagna pubblicitaria di un certo locale; ciò che si ottiene è un perfetto mix tra guida arcade e strategia, condita con un discreto umorismo. Se a tutto questo aggiungiamo la possibilità di evoluzione del personaggio, che potrà apprendere nuove abilità nel corso del gioco, e un multiplayer fatto a puntino, possiamo pensare che Ubisoft riuscirà a ridare alla serie i fasti di un tempo.

    Driver: San Francisco avrà semaforo verde il 1 settembre, su PC, Wii, PS3 e Xbox360.

    553

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechNintendoPlaystationVideogiochiXboxWii
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI