NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dragon’s Dogma, uscita solo per console (video)

Dragon’s Dogma, uscita solo per console (video)
da in Hi-Tech, Playstation, Videogiochi, Xbox

    Se penso alla CAPCOM, storica casa giapponese dell’intrattenimento videoludico, mi vengono subito in mente franchises da milioni di copie vendute: Street Fighter, Mega Man, Resident Evil, sono tutti brand di successo sfornati negli anni dalla software house. Se invece penso ai giochi di ruolo mi viene in mente la saga di The Elder Scroll e i suoi Oblivion e il futuro Skyrim, o Diablo, Baldur’s Gate ecc. Ecco perché l’accostamento di CAPCOM ai giochi di ruolo lascia inizialmente perplessi, un po’ come se la id software , papà di Doom e Quake, si mettesse a fare avventure grafiche punta e clicca.

    Eppure la CAPCOM ha intenzione di dire la sua in un mondo che sicuramente non è a digiuno di titoli come quello degli RPG, dove la concorrenza è tanta, di altissima qualità e ben ha saputo fidelizzarsi i propri fan. La risposta CAPCOM alla nostra voglia di giochi di ruolo si chiama Dragon’s Dogma, e sappiate che la casa giapponese fa dannatamente sul serio.

    Sembra Oblivion, no, sembra Monster Hunter, anzi Demon’s Souls, o forse Shadow of the Colossus. Dragon’s Dogma alla sua presentazione ha scomodato un sacco di nomi importanti, a cui è stato suo malgrado paragonato; vuoi perché dietro c’è un nome come CAPCOM, famosa per altre cose, vuoi perché negli RPG ci sono sempre dungeons, draghi e personaggi che incrementano le proprie abilità, ma i paragoni con titoli più famosi e datati si fanno e si faranno sempre. il che è un peccato perché bollare Dragon’s Dogma come la versione sbiadita di Oblivion non è corretto.

    Dragon’s Dogma è ambientato in un open world tipicamente fantasy, ricco di quest come si confà al genere, scandito dal ciclo giorno/notte. Le città, popolare da oltre duecento persone, tutte doppiate con cura e con abitudini di vita distribuite attraverso le 24 ore, saranno il luogo ideale per curare le proprie ferite ma anche fare buoni affari, comprando armi e oggetti di ogni genere.

    Per quanto riguarda la trama Dragon’s Dogma inizia con il risveglio di un drago, che entrerà nell’anima del protagonista e gli parlerà, chiedendogli di trovarlo e aiutarlo. Chi sia il protagonista sta al giocatore deciderlo, al momento sono state rese note tre classi: il guerriero, classico soldato con spada e scudo per intenderci, il mago e il ladro, armato di arco e frecce . Il gioco comunque si affronterà in team, quindi oltre al personaggio da noi scelto avremo sempre l’aiuto di altre tre personaggi, al nostro comando si, ma che agiranno in autonomia, pilotati dalla CPU. Non mancano i classici elementi degli RPG, come l’upgrade delle abilità dei personaggi e i tanti mostri da abbattere, ma il titolo ha sicuramente un’impronta più action che RPG: combattimenti frenetici e coreografati tipici di un hack’n'slash duro e puro, salti, prese ecc.

    Dragon’s Dogma è visivamente molto bello: modelli poligonali massicci e ben definiti, locations ed effetti di luce curati nei minimi dettagli sono la carta di presentazione che possiamo gustare nel trailer. Insomma il titolo CAPCOM, in uscita nel 2012 per Xbox360 e PS3, sembrerebbe pronto a lasciare la sua impronta, speriamo duratura, nel mondo degli RPG.

    581

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Hi-TechPlaystationVideogiochiXbox
    PIÙ POPOLARI