Roberta Gemma, diva a luci rosse sui manifesti: polemica ad Andria (foto)

da , il

    Polemica ad Andria per alcuni manifesti che ritraggono la bella diva a luci rosse Roberta Gemma per promuovere un night club di Trani. La notizia riporta alla mente numerosi casi analoghi che hanno riempito le pagine dei giornali locali nei mesi scorsi. Le donne belle e prestanti, meglio se famose e poco vestite, stanno diventando una consuetudine della pubblicità italiana. Ancora una volta però l’idea scatena le reazioni delle associazioni e del sindaco della città.

    Famosa per produzioni dai titoli emblematici come Desideri e passioni, Diario di una segretaria e Sottomessa – Racconto di una segretaria, Roberta Gemma è una delle stelle più splendenti del cinema per adulti italiano, tanto che i produttori americani sono arrivati a soprannominarla la Sofia Loren dell’hard. Esagerazioni a parte, la bella attrice classe 1980 non ha fatto mancare apparizioni anche in televisione.

    Evidentemente la televisione ha regole più flessibili della cartellonistica, visto che è bastata un’immagine di Roberta Gemma in intimo per rendere inaccettabile la pubblicità della discordia ad Andria. Una foto che non regge davvero il confronto con quanto si vede regolarmente sia in Tv che sulle riviste, e che fa sorridere anche se paragonato alla prestazione della farfalla di Belen Rodriguez all’ultimo Festival di Sanremo 2012.

    Il sindaco di Andria ha fatto comunque sentire la sua voce a seguito delle proteste della associazioni. La città è infatti una delle poche ad aver recepito una risoluzione del Parlamento Europeo in materia di pubblicità sessiste e ad aver così approvato un regolamento contro le immagini lesive della dignità delle donne. “Non siamo bacchettoni – ha riferito il sindaco – ma se c’è un’ordinanza o un ordine del giorno in questa materia specifica e non vengono applicate, a cosa servono? Ho incaricato l’ufficio Tributi di controllare. Se è il caso saranno presi provvedimenti”. Voi cosa ne pensate?