La prevenzione dei tumori al seno si fa sui social network

La prevenzione dei tumori al seno si fa sui social network
da in Donne
Ultimo aggiornamento:

    I social network si fanno veicolo di un messaggio importante per la salute delle donne. Il nuovo hashtag che impazza sul Web è #fatevedereletette, che è stato creato proprio per la nuova campagna di sensibilizzazione e prevenzione contro il tumore al seno. L’iniziativa dai toni provocatori è ormai diventata virale. Lo scopo fondamentale di questa campagna non è ovviamente l’esibizionismo, ma imparare a prendersi cura di sè e tenere d’occhio la propria salute. Ed ecco che lanciare un messaggio sui social network può rivelarsi un meccanismo vincente.

    Proposta per gioco dall’esperta di comunicazione aziendale e marketing, Giusi Brega, l’iniziativa tende a coinvolgere tutte le donne, che per partecipare no devono far altro che immortalarsi in una foto con il proprio decollete.

    Cosa c’è di meglio di un lancio di un hashtag per mettere in risalto qualche tematica importante come la prevenzione del cancro al seno?

    E’ proprio questo lo scopo di #fatevedereletette, rivolto alla prevenzione del tumore al seno.

    Sono motissime le donne che fino ad ora hanno già postato foto della loro scollatura sulla pagina Facebook e sull’account Twitter dedicati all’iniziativa.

    È fondamentale parlare e far parlare di questo argomento, per spingere le donne a superare la pigrizia e la paura e a farsi visitare periodicamente i seni. L’autopalpazione, controlli medici annuali seguiti da eventuali esami di approfondimento, e la mammografia sopra i cinquant’anni, sono gesti banali ma possono davvero salvare la vita.

    Ditelo anche voi alle vostre donne (@prevenzioneseno), è necessario fare vedere il seno regolarmente ai dottori, e controllare con l’autopalpazione, perchè questo male – se diagnosticato in tempo – può essere fermato.

    UN MESSAGGIO DALLA COMMUNITY
    Ecco il post che ha generato le condivisioni sui social: “Alle amiche che si dicono imbarazzate a inviare una fotografia, anche anonima, o a condividere sul loro profilo il link al gruppo #FateVedereLeTette vorrei chiedere, con il cuore in mano, ma di cosa vi vergognate? Cosa c’è di imbarazzante? La parola “tette”? Non ci vergogniamo a scattare selfie in bagno con il water sullo sfondo, non ci vergogniamo a postare foto alle feste mezze ubriachelle (io per prima), e poi improvvisamente ci imbarazziamo per un décolleté? Non è il momento di fare le timide. La vergogna lasciamola a chi fa qualcosa di male“.

    LE IMMANCABILI CRITICHE
    Ovviamente non mancano le critiche, e in molti affermano che tutto questo è un pretesto per le solite esibizioniste che cercano scuse per lanciare selfie hot online. Ma c’è chi si scatta una foto mostrando le cicatrici dell’intervento, chi lo fa in onore della sorella che ha già subito una mastectomia, chi semplicemente vuole condividere solidarietà. Il risultato è stato finora davvero importante e anche molte star dello spettacolo stanno dando il loro contributo attraverso donazioni.

    483

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Donne Ultimo aggiornamento: Lunedì 22/09/2014 15:28
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI