NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

KUBoobs, studentesse del Kansas provocanti su Twitter [FOTO]

KUBoobs, studentesse del Kansas provocanti su Twitter [FOTO]
da in Donne

    Si chiama KUBoobs ed è il nuovo entusiasmante trend fotografico nato e cresciuto su Twitter sotto la forma di uno degli hashtag più provocanti di sempre (#KUBoobs, per tutti coloro che sono interessati). Di cosa si tratta, esattamente? Il termine ‘boobs’ dovrebbe essere abbastanza evidente per tutti i lettori, ma è quel KU a rendere il fenomeno virale così interessante: KU sta per University of Kansas, quindi l’hashtag consiste in una collezione infinita di studentesse del Kansas che mostrano le loro prosperose forme su Twitter.

    Volevate una buona scusa per iscrivervi a Twitter? Eccola qui, il trend portato avanti dalle ragazze della Kansas University per supportare la squadra di basket locale, da sempre una delle più conosciute e apprezzate della lega NCAA. Non si capisce bene come le foto del seno delle tifose, mostrato in scatti piuttosto casti e sempre accompagnato dalla t-shirt ufficiale del college, possa giovare alle sorti della squadra se non da un punto di vista del morale, ma KUBoobs ha valicato i confini del Kansas per invadere il mondo intero, raccogliendo qualcosa come 21mila followers in pochi giorni.

    Non si tratta certo di qualcosa di nuovo e originale, visto che già su Twitter avevamo raccontato la tradizione del Frisky Friday, il venerdì senza veli in cui le donne potevano mostrare senza remore il loro corpo a milioni di utenti. Un esempio raccolto e amplificato poi da Instagram, con una serie di hashtag piccanti che avevano forgiato la definizione di Instagram a luci rosse. Restando nel campo specifico delle tette, poi, non possiamo tacere la presenza di Boobstagram, versione hot di Instagram dedicata alle scollature più vertiginose del web.

    Come vedete, gli esempi di social network piccante non mancano di certo ma, nonostante tutto, KUBoobs è diventato una valanga inarrestabile, tanto da dare vita a numerosi tentativi di imitazione messi in campo dalle altre università statunitensi per supportare la propria squadra. Una vera e propria guerra delle tifose combattuta a colpi di reggiseno e scollature da panico, che poi se vogliamo è l’unica guerra cui valga davvero la pena assistere. I cestisti dei Jayhawks sono contenti così, e anche noi che pure siamo così lontani dal Kansas apprezziamo la scelta e anzi incoraggiamo le universitarie nostrane a prendere la palla al balzo e rispondere a tono.

    428

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Donne
    PIÙ POPOLARI