Alice Bellotto e Raffaella Modugno: fuori da Miss Italia per foto piccanti

da , il

    Prima ancora che inizino le finali dell’edizione 2011, Miss Italia ha trovato il modo di occupare le prime pagine dei giornali con una notizia destinata a suscitare un polverone di polemiche: due concorrenti, Alice Bellotto e Raffaella Modugno, sono state escluse dalla gara a causa di alcune foto piccanti ritrovate in rete da anonimi segnalatori.

    Le due ragazze sono state informate dell’esclusione a pochi giorni di distanza l’una dall’altra, e hanno accolto la notizia con non poco stupore. Quasi tutte le concorrenti, infatti, hanno alle spalle qualche esperienza da modella, magari anche di intimo, e quindi sono potenzialmente da squalificare. Nel loro caso, però, l’ufficio legale di Miss Italia e la patron Patrizia Mirigliani hanno ritenuto che i contenuti fossero troppo hot.

    Sia per Alice Bellotto che per Raffaella Modugno la causa dell’esclusione è la stessa, e si rifà all’articolo 8 del regolamento del concorso, per il quale “le concorrenti non devono essere state ritratte in pose di nudo o sconvenienti”. Internet condanna quindi le due aspiranti Miss, ma molti si chiedono se questa norma sia giusta o vada riscritta.

    Non si tratta certo di giustificare delle foto di nudo che una ragazza può aver fatto nel suo passato per cercare di sfondare nel mondo della moda e dello spettacolo, ma nel caso delle due ragazze in questione le foto sono sì provocanti e anche maliziose, ma nulla di più. Qualche tetta fuori nel 2011 riesce a causare ancora tanto scandalo?

    La prima ad essere notificata dell’eliminazione è stata la Bellotto, vincitrice del titolo di Miss Wella Veneto, alta 1.70, capelli e occhi castani e un passato da modella con alcuni servizi e book fotografici. Il suo posto è stato assegnato alla bellunese Elisa Da Canal, che si era classificata al secondo posto nella classifica di quel titolo.

    Raffaella Modugno, 23 anni, nata in provincia di Avellino e residente a Roma, era arrivata alle pre-finali come Miss Curve d’Italia Elena Mirò Lazio 2011. La sua esclusione, secondo quanto recita una nota ufficiale, sarebbe avvenuta a seguito dell’analisi di “un album di fotografie in rete con pose di nudo ed altre di seminudità a forte enfatizzazione dell’elemento provocante”. Contro di lei anche una scena a seno nudo nel film Qualunquemente.

    Insomma, Google Images colpisce ancora, e a questo punto siamo proprio curiosi di scoprire se la ragazza che verrà eletta al termine della finale, che si terrà il 18 e il 19 Settembre 2011, non nasconda anche lei qualche scheletro nell’armadio.