Speciale Natale

Yulia Loshagina, modella russa uccisa dal marito perché aveva l’AIDS [FOTO]

Yulia Loshagina, modella russa uccisa dal marito perché aveva l’AIDS [FOTO]
da in News
Ultimo aggiornamento:

    Yulia Loshagina è una modella russa molto famosa in patria, personaggio glamour oltre che diva delle passerelle. Bellissima, ricca e sposata con un celebre fotografo: la sua vita sembra il classico paradiso da invidia ed è così, almeno finché la tragedia non bussa alla porta. Il caso di Reeva Steenkamp, uccisa per gelosia dal fidanzato Oscar Pistorius, aveva già dimostrato che sono tempi duri per le modelle. Se possibile Yulia Loshagina ha avuto una sorte ancora peggiore: secondo i sospetti della polizia sarebbe stata uccisa dall’amato marito perché sieropositiva e colpevole di aver trasmesso anche a lui l’AIDS.

    Alla tragedia dell’evento si è aggiunto anche l’orrore: solo dopo alcuni giorni di ricerca le forze dell’ordine hanno ritrovato il corpo della modella nascosto in un fitto bosco degli Urali, il collo spezzato e il viso sfigurato in un maldestro tentativo di bruciare il corpo per nascondere la sua identità. Per capire che si trattava proprio di Yulia Loshagina gli analisti della polizia hanno dovuto eseguire il test del DNA. L’esame ha confermato che quel corpo nudo era proprio della 28enne modella, scomparsa dal suo appartamento milionario di Ekaterinbug dopo una festa lo scorso 22 agosto. Lo stesso test ha anche rivelato che la donna era sieropositiva, motivo per cui i sospetti si sono concentrati sul marito.

    Dmitry Loshagin, 37 anni, è stato arrestato proprio nei giorni scorsi e trattenuto perché la polizia vuole capire quale sia il suo reale coinvolgimento nel sanguinoso omicidio. Secondo i giornali locali il sospetto forte è che l’uomo abbia ucciso la moglie in un raptus d’ira dopo aver scoperto che lei le aveva nascosto la sua condizione medica e, peggio ancora, aveva trasmesso il virus anche a lui. Ovviamente lui nega tutto, affermando che le accuse sono senza fondamento e che non avrebbe mai fatto del male a Yulia.

    Intanto però le prime indagini sono tutte contro di lui: il suo telefono cellulare nei giorni scorsi è stato registrato nella stessa zona dove è avvenuto il ritrovamento, e il fratello della vittima lo accusa di non aver voluto denunciare la scomparsa. Perché? Molti i punti interrogativi di una vicenda ancora tutta da scrivere. Quel che è certo è che un’altra donna è stata uccisa e tutti noi abbiamo una modella in meno da ammirare.

    388

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI