NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Tempesta di sabbia su Phoenix: video spettacolari

Tempesta di sabbia su Phoenix: video spettacolari
da in News

    Neanche il tempo di riprendersi dalla recente ondata di tornado che hanno messo in ginocchio le zone del sud-est degli Stati Uniti, che ecco arrivare un nuovo implacabile nemico, la tempesta di sabbia. La zona più colpita è stata questa volta l’Arizona, e soprattutto la città di Phoenix, letteralmente sommersa.

    Non si tratta di un fenomeno raro da quelle parti, visto che ad esempio gli anni ’30 vennero soprannominati Dusty Bowl proprio per l’alta frequenza di tempeste di questo tipo, ma quel che sta ha sorpreso meteorologi e semplici cittadini è la portata di questa nuova tempesta di sabbia, che ha letteralmente cancellato la città.

    Sembra un effetto da film catastrofico di Hollywood, eppure è tutto reale quel che i cittadini di Phoenix si sono trovati davanti: un’enorme massa di sabbia che ha oscurato il cielo, trasportando l’intera area in un mondo quasi surreale. E’ durata poco, ma i danni sono stati ingenti.

    Ovviamente per noi che la vediamo da fuori, la tempesta di sabbia è un qualcosa di incredibile da ammirare attraverso le testimonianze video, ma per gli abitanti dell’Arizona è stato un vero e proprio dramma, visto che al suo passaggio ha causato interruzioni della corrente elettrica e bloccato traffico aereo e stradale, senza contare l’assoluta impossibilità di vedere ad un palmo dal naso.

    E’ durata poco, per fortuna, perché i forti venti hanno sospinto la tempesta attraverso la città a gran velocità. Il fenomeno è stato provocato dai violenti temporali che hanno interessato la città di Tucson, causato dall’inizio in Arizona della stagione dei monsoni, che durerà fino a fine settembre. A Tucson le conseguenze sono stati allagamenti diffusi, mentre le forti correnti discendenti dei temporali hanno sollevato la sabbia regalando a Phoenix una giornata da kolossal del cinema.

    Foto AP/LaPresse

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News
    PIÙ POPOLARI