Seppellito vivo come prova di coraggio: muore soffocato

Seppellito vivo come prova di coraggio: muore soffocato
da in News, Notizie Curiose
    Seppellito vivo come prova di coraggio: muore soffocato

    Apriamo anche per oggi la consueta rubrica che vede protagonista l’idiota del villaggio di turno. Ci trasferiamo nella fredda madre Russia, dove è ambientata l’inquietante vicenda che vede protagonista un 35enne probabilmente stanco di vivere la sua bella vita, che si sarà fatto plagiare dal successo del film Buried.

    Nel film, con grande effetto claustrofobico per il povero pubblico in sala, un uomo si risvegliava rinchiuso in una bara senza sapere chi fosse stato a infilarlo lì né perché. Ecco, per provare lo stesso coraggio e la stessa capacità di adattamento estremo, il protagonista della nostra storia si è fatto seppellire vivo in una bara.

    L’esperimento doveva durare una sola notte, e doveva servire a testare la forza dell’uomo, che però non aveva fatto i conti con gli imprevisti del caso. Imprevisto che si è materializzato sotto forma di pioggia, che è stato la sua condanna ad una lunga e triste agonia.

    Questa assurda vicenda è avvenuta a a Blagoveshchensk, sull’Amur, nell’estremo oriente russo. L’uomo, 35 anni, ha scavato insieme ad un suo amico una fossa in un giardino e all’interno vi hanno posto una specie di bara artigianale di loro produzione, fornita di appositi tubi per la ventilazione. Insomma, voleva rischiare ma non era tanto sciocco da pensare di poter sopravvivere senza aria.

    Il giovane si è poi sistemato nella bara con una coperta, una bottiglia d’acqua e un telefono cellulare (strano ma vero, quasi come nel film già citato) ed è stato sepolto con 20 cm di terra sopra la testa. Potrebbero sembrare pochi 20 centimetri, eppure all’occasione possono risultare fatali. L’amico è rientrato a casa, ha ricevuto una telefonata di rassicurazione dalla bara, ma la mattina, quando è tornato a scavare, ha trovato il corpo senza vita.

    L’ipotesi più accreditata è che la pioggia caduta nella notte abbia bloccato le aperture per la ventilazione e che l’uomo non sia riuscito a telefonare in tempo per essere salvato. Se vi sembra incredibile, sappiate che non si tratta del primo caso, visto che già la scorsa estate un genio aveva tentato l’esperimento, per liberarsi della paura della morte. Ora l’ha persa davvero.

    364

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI