Ritocchino low cost: falso medico iniettava cemento

Ritocchino low cost: falso medico iniettava cemento
da in News, Notizie Curiose, chirurgia estetica
    Ritocchino low cost: falso medico iniettava cemento

    La chirurgia estetica è un argomento che da sempre divide il mondo in due gruppi non comunicanti. Da un lato ci sono i favorevoli, soprattutto se il ritocchino serve ad una maggiore auto-stima, dall’altro i contrari, che la considerano uno spreco di soldi che si traduce spesso in un deturpamento fisico. Chi lo sa cosa penseranno nel leggere questa notizia.

    In Florida tale Oneal Ron Morris si è spacciato per mesi come grande luminare della chirurgia estetica, in grado di padroneggiare le tecniche più raffinate e portare tutte le donne al livello di dea. Peccato che in realtà non fosse per nulla un medico, e che il suo ritrovato per ritocchini fosse un miscuglio di sostanze altamente tossiche e potenzialmente letali.

    Alla fine Morris è stato arrestato, non solo per l’ovvio esercizio abusivo della professione, ma soprattutto per lesioni aggravate, visto che molte delle sue clienti hanno visto il loro corpo orrendamente deturpato dopo la punturina di siero magico, che conteneva tra le altre cose il cemento.

    Sì, avete capito bene, cemento, proprio quello che viene utilizzato per tenere in piedi i palazzi.

    A dirla tutta non è neanche l’unica sostanza assurda e tossica che il medico folle utilizzava per comporre il suo siero, che presentava nel mix anche olio di dubbia origine e sigillante per riparare pneumatici bucati. Criminale patentato o folle senza cervello?

    L’opzione più semplice sarebbe rispondere criminale, però bisogna considerare che Morris non iniettava il composto soltanto alle sue clienti, ma anche su se stesso. Non è un caso quindi che le autorità abbiano voluto rendere pubbliche le foto segnaletiche del suo arresto, per far comprendere i rischi che si corrono quando ci si affida a professionisti dalle dubbie capacità o truffatori senza scrupoli.

    Il caso è venuto a galla a seguito della denuncia di una giovane ballerina, che dopo il trattamento a base di cemento e sigillante ha iniziato a sentire forti dolori al fianco. Nonostante le rassicurazioni del sedicente esperto, che le aveva spiegato che i dolori erano normale amministrazione fino alla fine del ciclo di iniezioni, alla fine lei si è rivolta all’ospedale, e tutto è venuto a galla. Osservate bene le foto dell’uomo (in realtà un trans) e pensateci bene prima di chiedere alla vostra donna le labbra a canotto o il culetto a mandolino.

    412

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiosechirurgia estetica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI