NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Qualità della vita: Bologna città più vivibile d’Italia nel 2011

Qualità della vita: Bologna città più vivibile d’Italia nel 2011
da in News, Bologna
    Qualità della vita: Bologna città più vivibile d’Italia nel 2011

    Nessuna grande novità nell’annuale release della classifica della Qualità della Vita realizzata dal Sole 24 Ore, che da vent’anni misura la vivibilità delle province italiana in base ad una serie di parametri statistici. Al primo posto troviamo Bologna, che risale ben 7 posizioni rispetto al 2010, ma è l’Emilia Romagna in genere a fare la parte del leone.

    Come se ci fosse bisogno di ulteriori riscontri alla teoria comune che l’Emilia Romagna sia la zona migliore dello stivale in cui vivere, il trionfo di Bologna arriva a fugare ogni ulteriore dubbio, grazie all’aiuto di Ravenna, quinta in generale ma prima per la categoria Affari e Lavoro, Piacenza, 16esima ma prima per il parametro Popolazione, e Rimini, 11esima ma prima per Tempo Libero.

    Questo senza contare che nelle prime quindici posizioni troviamo anche Forlì-Cesena, Parma e Reggio Emilia. Un trionfo, dunque, cui fa da contraltare il crollo delle province del Sud, sempre più ai margini e sempre più in basso per qualità della vita e dei servizi. Chiude infatti la classifica Foggia.

    Non solo la provincia pugliese tra le meno virtuose, perché se si vanno ad analizzare le ultime venti posizioni della graduatoria si troveranno solo città del Sud, comprese città importanti come Napoli (105), Palermo (102) e Reggio Calabria (94). Viene quasi il dubbio che si tratti di un’analisi realizzata da un grande quotidiano del Nord ad uso e consumo del Nord, ma per capire i motivi della debacle bisogna osservare i parametri della ricerca.

    Alla base di quella che sembra una classifica come tante troviamo una metodologia molto rigida, che analizza la performance delle province italiane considerando sei ambiti generali, che sono Tenore di vita, Servizi ambiente e salute, Affari e Lavoro, Ordine pubblico, Popolazione e Tempo Libero. Ciascuna area è a sua volta costruita di altri indicatori, e la posizione finale è frutto dei punteggi ottenuti nelle sei differenti graduatorie.

    Ecco perché Bologna, pur non essendo prima in nessuna delle sei aree tematiche, alla fine risulta al primo posto generale, ed ecco anche perché Milano, pur presentando uno sconfortante ultimo posto nella categoria Ordine Pubblico, alla fine riesce a portare a casa un onorevole 19esimo posto totale, frutto soprattutto del Tenore di vita. Pronti a trasferirvi tutti in Emilia Romagna?

    Foto da hansschnier

    423

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsBologna
    PIÙ POPOLARI