NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Oymyakon, vita a -72°: il paese più freddo del mondo [FOTO & VIDEO]

Oymyakon, vita a -72°: il paese più freddo del mondo [FOTO & VIDEO]
da in News, Notizie Curiose

    L’Italia in questi giorni è stretta in una morsa di gelo, ma chi si lamenta del freddo dovrebbe fare un giro a Oymyakon, paese che detiene uno dei record meno felici in assoluto, quello di luogo abitato più freddo del mondo. L’inverno a Oymyakon non è certo roba per deboli di costituzione: nel mese di dicembre le temperature scendono a livelli da brivido al solo pensiero, raggiungendo anche punte di –72°. Un caso isolato e sfortunato? Certo, peccato che la media invernale possa arrivare comunque a -50°.

    Di sicuro avrete indovinato che la cittadina in questione si trova in Siberia, primo pensiero quando si parla di gelo permanente. Nonostante la Siberia sia il luogo freddo per eccellenza, le temperature di Oymyakon rappresentano comunque un raro caso quando si parla delle aree abitate. Valori così estremi come 72 gradi sotto zero non scoraggiano però i circa 500 abitanti che risiedono stabilmente nella zona, abitanti che diventano quasi mille nei mesi più caldi. L’area in cui sorge Oymyakon viene considerata dagli esperti un vero e proprio freezer naturale, tutto merito della sua posizione e del turbinio delle correnti.

    Nella zona godono, infatti, della costante presenza dell’anticiclone Russo Siberiano che, unito alla scarsa esposizione al sole durante i mesi invernali, fa sì che le temperature della Siberia orientale continuino a scendere verso livelli record anche quando nel resto dell’Europa orientale tendono a risalire. Una particolarità che ha fatto uscire Oymyakon dall’anonimato, visto che -72 è la temperatura più bassa mai registrata per qualsiasi postazione costantemente abitata sulla Terra. Non solo, perché in una sorta di malevola ironia, il nome dato a suo tempo alla località, Oymyakon, significa in realtà “non-congelamento dell’acqua”, l’opposto di quanto accade. Il motivo è semplice: nelle vicinanze del villaggio si trova una famosa sorgente di acqua calda.

    Data la sua particolare posizione nello scacchiere geografico, Oymyakon si trova nella situazione particolare di regalare ai suoi abitanti inverni con esposizione solare di 3 ore (specie a dicembre) ed estati all’opposto con sole presente 21 ore in un solo giorno, con temperature che a volte possono superare anche i 30 °C. La domanda a questo punto è: di cosa mai vivranno questi 500 indomiti abitanti? Nato da tribù nomadi, il villaggio è composto prevalentemente da allevatori di renne, cacciatori e pescatori. Con un unico negozio di alimentari a disposizione, la vita non è certo delle più invitanti, ma a quanto pare la malnutrizione non è problema comune a Oymyakon, così come il freddo,grazie alla centrale termica che può bruciare carbone e legna in caso di necessità. Volete fare una vacanza diversa? Questo potrebbe essere il luogo ideale!

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
    PIÙ POPOLARI