Luna: Nasa diffonde nuove immagini dello sbarco (video)

da , il

    Lo sbarco dell’uomo sulla Luna è stato uno dei momenti topici del ’900, un evento tanto importante e significativo da dividere il mondo in due: da un lato quelli che ammiravano meravigliati il progresso della tecnologia e dall’altro gli scettici convinti che quello sbarco non sia in realtà mai avvenuto.

    La Nasa, per la verità, non si è mai affannata più di tanto per convincere quelli che ritenevano che fosse tutta una messa in scena girata negli studi di Hollywood per perseguire fini politici. Oggi però ottiene un aiuto insperato dalla sonda LRO (Lunar Reconnaissance Orbiter), che ha regalato alcune sensazionali immagini del suolo lunare.

    Si tratta di immagini che mettono chiaramente in mostra le tracce delle missioni di allunaggio tanto discusse, ovvero quelle delle missioni Apollo e del Rover Lunare. Com’è stato possibile che dopo tanti anni si siano mantenute in perfette condizioni le tracce lasciate sul suolo?

    Partiamo con il dire che la sonda è riuscita a catturare le immagini grazie alla sua orbita molto stretta (circa 50 chilometri di altezza) intorno alla Luna. Poi, dobbiamo ringraziare la totale assenza di gravità se ancora oggi possiamo ammirare le tracce, permanenti nel tempo, lasciate sui luoghi calpestati dall’uomo e dove sono stati posizionati gli strumenti.

    Durante il mese di agosto 2011 il LRO Flight Dynamics Team (gruppo che guida da terra gli spostamenti della sonda) ha tentato di ottenere un’orbita ancor più ellittica per avvicinarla ancora di più al suolo, raggiungendo la soglia massima di 21 chilometri. Lo scopo delle manovre era proprio avvicinare la sonda ai luoghi dello sbarco.

    Aiutati da fattori fortuiti come l’angolo di incidenza della luce solare perfetto in quel momento e il livello di esposizione dello scatto, i ricercatori hanno ottenuto una serie di immagini di 50 cm/pixel con una risoluzione maggiore del solito. Basteranno queste nuove immagini per convincere gli scettici? Forse l’unica cosa che potrebbe convincerli è un viaggio sulla Luna in prima linea.