Iran, missili a lungo raggio nel Golfo: è allarme (video)

Iran, missili a lungo raggio nel Golfo: è allarme (video)
da in News
    Iran, missili a lungo raggio nel Golfo: è allarme (video)

    I rapporti tra l’Iran e i Paesi occidentali non è certo dei migliori, e le schermaglie tra il presidente iraniano Ahmadinejad e Obama sono ormai all’ordine del giorno. Le esercitazioni navali in corso nel Golfo Persico non aiuteranno certo il disgelo tra i due governi, anche perché si stanno testando missili a lungo raggio, in grado di colpire anche i nemici storici dell’Iran.

    Il riferimento diretto ovviamente è a Israele, che fin da subito si è detta molto preoccupata da questi test ed ha chiesto l’intervento della comunità internazionale. Il problema con l’Iran è che, se si escludono le uscite poco felici del suo presidente, non esistono appigli per intervenire direttamente senza ledere la sovranità del Paese.

    Da un lato ci sono gli Stati Uniti che accusano il governo di voler costruire la bomba atomica e di rifornire i terroristi islamici, dall’altro Ahmadinejad che invece rivendica il diritto del suo Paese a fonti alternative di produzione energetica e si scaglia contro l’occidente superbo che vuole assoggettare il popolo iraniano.

    Al governo di Teheran non sono mai andate giù le sanzioni stabilite dagli statunitensi, con il blocco dell’importazione di greggio dall’Iran e la minaccia di un pesante embargo economico. Già la settimana scorsa Teheran aveva minacciato di interrompere il trasporto di petrolio lungo lo Stretto di Hormuz nel caso la comunità internazionale ratificasse l’embargo a causa delle attività di ricerca sul nucleare.

    Nello Stretto peraltro si trova anche la quinta flotta navale degli Stati Uniti, che ha già fatto sapere che non consentirà alcuna interruzione del traffico lungo una rotta petrolifera considerata vitale. La tensione continua a salire, e i più smaliziati già riflettono sulla possibilità di un intervento armato americano in Iran. Evenienza non così semplice, visto l’arsenale di cui dispone Teheran.

    A questo proposito, il vice comandante della Marina Mahmoud Mousavi ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Abbiamo testato un missile a lunga gittata costa-mare denominato Qader, che è riuscito a distruggere bersagli predeterminati nel Golfo. Anche il nostro missile a lungo raggio terra-terra Nour è stato lanciato con successo”. Se la guerra dovesse spostarsi dai media alle armi, potrebbero essere guai grossi per tutti.

    703

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI