Imposta male navigatore: donna rischia di finire in un burrone

Imposta male navigatore: donna rischia di finire in un burrone
da in News, Notizie Curiose
    Imposta male navigatore: donna rischia di finire in un burrone

    Prima di commentare la notizia curiosa di oggi, iniziamo con il ricordare il vecchio adagio frutto della saggezza popolare “donna al volante, pericolo costante”. Il gentil sesso cerca spesso di sfatare questo mito del donna-danno, eppure con regolarità arrivano notizie che confermano il binomio disastroso.

    Il fatto di oggi arriva dalla Liguria e vede protagonista una giovane donna di 33 anni, la quale prima di mettersi in marcia con la sua automobile ha pensato bene di impostare il navigatore satellitare per non sbagliare strada. Purtroppo però l’errore è arrivato lo stesso, nello scegliere le impostazione del GPS.

    Per seguire alla lettera le informazioni dettate dal navigatore la donna ha proseguito sul percorso consigliato, rischiando però di finire in un burrone dopo un lungo percorso in una strada scoscesa. Lo strano (quasi) incidente è accaduto nell’entroterra di Ventimiglia.

    La donna, originaria di Sanremo, al termine di una giornata in compagnia di alcuni amici in provincia di Cuneo, a Limone Piemonte, ha deciso di affidarsi al navigatore per il ritorno a casa. Purtroppo per lei ha però scelto nelle impostazioni il “percorso più breve” per raggiungere la destinazione, il che ha spinto il GPS a ricercare strade assurde.

    Il grande problema dell’affidarsi a questi gingilli è che molte volte tentano di portare l’automobilista in strade assurde, ai limiti del percorribile.

    Un minimo di discernimento e buon senso è quindi sempre necessario per evitare il disastro. La donna si è invece affidata ciecamente, spingendosi in una strada non asfaltata e molto stretta.

    Alla fine si è ritrovata in un punto talmente stretto che la vettura è rimasta in bilico sul ciglio di un precipizio alto decine di metri. L’unica soluzione per la sventurata è stata quella di chiamare i soccorsi, che l’hanno tratta in salvo alle 3 e 30 del mattino. Possiamo dare il via ai commenti maschilisti del caso.

    Foto da Nick Grosoli

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI