Il volto del male ricreato al computer: ecco foto e video

Il volto del male ricreato al computer: ecco foto e video
da in News
Ultimo aggiornamento:
    Il volto del male ricreato al computer: ecco foto e video

    Il Male, quello con la “m” maiuscola esiste ed è intorno a noi. Lo vediamo magari al mattino quando entriamo in metropolitana per recarci al lavoro, o mentre facciamo la spesa, o ancora mentre siamo impegnati sul tapis roulant in palestra. Il volto del male è quello che vedete nella foto in testa all’articolo, che ovviamente non rappresenta una persona reale.

    O meglio, potrebbe anche essere una persona reale (ma anche due, dieci, mille), perché la fotografia sintetizza i tratti della cattiveria pura e senza freno. A vederla così non sembrerebbe proprio, eppure secondo Nicholas Holtzman, studioso che ha realizzato la ricerca, dietro un viso angelico e apparentemente innocuo si nasconderebbe il vero male assoluto.

    Lo scatto è il risultato del progetto Faceaurus, una raccolta di volti che presentano gli stessi caratteri della personalità. Sono state elaborate oltre 300 fotografie per ottenere il risultato definitivo, che è una somma di tratti somatici che definiscono lo psicopatico per eccellenza con le caratteristiche del prototipo del male.

    Il gruppo di ricerca dell’Università di Washington St Louis ha lavorato sulle facce di persone che in comune hanno i cinque tratti della teoria dei Big Five, adoperata per la valutazione della personalità nei contesti organizzativi. I cinque tratti sono l’estroversione, la amicalità, la coscienziosità, la stabilità emotica e l’apertura mentale.

    Dietro il volto normalissimo mostrato nella fotografia ci sarebbe una personalità insensibile e senza scrupoli, mossa dal desiderio di comandare e pronta a sfruttare le menzogne e la manipolazione senza remora. Il video che accompagna il progetto mostra una sequenza che va dai volti realizzati interpolando visi con il grado più alto di psicopatia a volti realizzati con i lineamenti di persone cosiddette socio-normali.

    Il punto della sequenza con la P indica il livello massimo di cattiveria mentre il versante opposto mostra il livello minimo di psicopatia. La visione del video provoca un effetto ipnotico, e alla fine vi sembrerà di aver memorizzato il volto del male. Il che è un’ottima cosa, perché doveste incrociarlo per strada sapreste che la fuga è l’unica soluzione. Sarà un caso comunque che si tratta di una donna?

    383

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News Ultimo aggiornamento: Mercoledì 10/09/2014 15:40
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI