Speciale Natale

I misteri mai risolti che finalmente hanno trovato una spiegazione

I misteri mai risolti che finalmente hanno trovato una spiegazione
da in News, Notizie Curiose
Ultimo aggiornamento: Venerdì 18/11/2016 00:36

    I misteri mai risolti che finalmente hanno trovato una spiegazione

    Il mondo è pieno di misteri mai risolti ma molti finalmente hanno trovato una spiegazione: tanti dei casi misteriosi che hanno riempito la storia e hanno affascinato studiosi, appassionati e curiosi possono essere dichiarati ufficialmente chiariti, o almeno si è capito come si è arrivati a considerarli misteri irrisolti. Non parliamo di omicidi e indagini irrisolte ma di leggende metropolitane, credenze, irregolarità alimentate dai giornali della stampa dell’epoca in cui sono avvenuti i fatti che sono stati manipolati, a volte ad hoc, per permettere che certi misteri mai risolti non arrivassero ad una soluzione. E invece, alcuni hanno trovato una spiegazione: scopriteli su QNM.

    Cosa e successo a Lucy la prima ominide

    La scomparsa di Lucy, la prima ominide riconosciuta come anello di congiunzione tra l’uomo e la scimmia nella applicazione pratica della teoria darwinista, è stato uno dei misteri mai risolti che finalmente hanno trovato una spiegazione: sin dal 1974, anno del suo ritrovamento in Etiopia, si è tentato di capire come fosse morta. I paleontologi hanno ricostruito le cause della sua morte dai colpi e dalle fratture rimasti sullo scheletro dell’ominide. Lucy sarebbe caduta da un’altezza di 13 metri e morta rapidamente dopo un dissanguamento veloce, dicono gli studiosi dell’Università del Texas.

    Cosa e successo ad Amelia Earhart

    Amelia Earhart è stata la prima donna aviatore della storia. Nel 1937 tentò l’impresa della trasvolata del mondo, ma perse quota per via della mancanza di carburante e scomparve dai radar all’altezza dell’isola di Nikumaroro, nel Pacifico. Cosa successe ad Amelia Earhart? Dopo diversi anni di dismissione sulle ricerche e una frettolosa dimenticanza sulla sua figura, nell’ottobre 2016 sono stati ritrovate alcune ossa che corrispondevano potenzialmente a quelle di Amelia Earhart, confermando la morte avvenuta durante il tragico volo del 2 luglio 1937 nel tentativo del giro del mondo. Mistero almeno in parte risolto.

    I Romanov ultimi zar di Russia

    Nel 1918, dopo la Rivoluzione d’Ottobre, la famiglia reale dei Romanov fu sterminata dai bolscevichi che eliminarono così definitivamente la monarchia dalla Russia. Da allora, ci sono state oltre 200 persone che hanno tentato di farsi riconoscere come discendenti della famiglia reale russa, per vie delle leggende sui Romanov createsi attorno alla possibile fuga di uno dei figli dello Zar. Negli anni Settanta sono stati ritrovati dei corpi in una fossa comune, ma le analisi sono avvenute solo molti anni dopo e hanno confermato che lo Zar, la Zarina e i figli Romanov furono tutti uccisi. Non esistono discendenti diretti dell’ultimo Zar.

    Deja vu cose

    La sensazione di aver già vissuto un determinato momento: ecco cos’è il dejà-vu, uno dei misteri mai risolti che finalmente hanno trovato una spiegazione. Come funziona? È una tecnica messa in atto deliberatamente dal nostro cervello per fissare al meglio alcuni elementi chiave delle situazioni vissute, in modo da essere ‘preparato’ a riviverle. Lo hanno dimostrato i ricercatori dell’Università di St. Andrew, con una ‘simulazione di dejà-vu’. Ehi, dove l’ho già vista questa?

    Gaetan Dugas paziente zero aids no

    Per molti anni, Gaetan Dugas è stato considerato il paziente zero dell’HIV, colui nel quale fu individuato per la prima volta il virus dell’AIDS (per i televisionari, c’è anche una puntata di Grey’s Anatomy liberamente romanzata su questa storia). A quanto pare, però, fu un errore di lettura nel modo anonimo in cui era stato indicato in ospedale -Paziente O e non Paziente 0, anche se i due simboli sono molto simili- e ci sono voluti anni per correggere questa triste corrispondenza. Altre ricerche hanno poi svelato che il primo isolamento del virus HIV avvenne ad Haiti nel 1967, dove fu trasportato dallo Zaire, e successivamente fu individuato a New York e a San Francisco. Molti anni prima che Gaetan Dugas morto nel 1984 per le conseguenze dell’AIDS, dopo campagne mediatiche atroci su di lui, avesse rapporti non protetti con altri uomini.

    Riccardo III trovato in un parcheggio

    Abbiamo scherzato un po’, ma tra i misteri mai risolti che finalmente hanno trovato una spiegazione c’è il curioso caso dello scheletro di Riccardo III: il re inglese ucciso nella battaglia di Bosworth nel 1485 è stato ritrovato nel parcheggio sotto la chiesa dei Frati Grigi di Leicester, in Inghilterra. I test hanno dimostrato che le ossa della schiena, curva come quella del re storicamente raccontata dai biografi, e il teschio appartenevano proprio a Riccardo III. D’ora in poi verrà ricordato come ‘Il re del parcheggio’ (non abbiamo resistito).

    Meg Ryan simula in harry ti presento sally

    Chiudiamo in bellezza i nostri misteri irrisolti e finalmente svelati con quello sacro e inviolabile dell’orgasmo femminile: come avviene, come funziona, e perché sia tanto difficile da far raggiungere. A quanto pare, secondo un recente studio, l’evoluzione femminile ha modificato il piacere femminile: per le antenate, la stimolazione data dall’orgasmo aiutava l’ovulazione e la produzione di ormoni che favorivano l’ovulazione, e la successiva fertilizzazione, una volta al mese. Tutto ancora da dimostrare: ma le donne hanno ereditato comunque la possibilità di avere orgasmi senza necessariamente stimolare l’ovulazione e la riproduzione. E dici poco!

    1232

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI