Geminoid F, il robot che sembra una donna [VIDEO & FOTO]

da , il

    Quante volte avreste voluto sostituire la vostra compagna con un robot che fosse in grado di fare esattamente tutto quello che fa una donna ma senza provocare acuti dolori nelle zone basse con sterili polemiche? Geminoid F potrebbe rappresentare il primo passo serio verso la realizzazione di questo sogno proibito. Si tratta di un robot che sembra in tutto e per tutto una donna, molto diverso quindi dall’immagine comune del robot tutto chip e bulloni.

    Geminoid F ha fatto il suo debutto ufficiale in società in un centro commerciale di Hong Kong, dove ha ammaliato tutti con i suoi lunghi capelli neri, i suoi lineamenti delicati e minuti e i suoi occhi profondi ed espressivi. A prima vista sembrerebbe una giovane donna come tante, non fosse che questa 20enne bellezza in realtà è un robot mosso da ben dodici motori che ne gestiscono ogni minima azione. Ultima folle (ma geniale) creazione di Hiroshi Hishiguro, professore dell’università di Osaka e tra i massimi esperti mondiali di robotica.

    Secondo la CNN, che segue da tempo i suoi esperimenti, Hishiguro sarebbe uno degli uomini che nel prossimo futuro potrebbero cambiare il mondo definitivamente. Di sicuro potrebbe cambiare la vita di milioni di uomini grazie alle sue riproduzioni di donna sempre più fedeli ma come sempre libere dai problemi che ogni donna reale porta con sé. Pensando ai pro e contro eventuali di una compagna robotica, scopriamo che l’unica vera controindicazione potrebbe essere il rapporto sessuale freddo e poco passionale, ma vogliamo mettere i vantaggi?

    Innanzitutto la donna robot non porta suocera a carico, poi non si lamenta se tenete in disordine la stanza e anzi in silenzio e obbediente la rimette a posto come nuova; inoltre non passa giornate intere occupando il bagno o telefonando a qualche amica, non rappresenta un problema per la gestione del telecomando e, incredibile ma vero, non costa un capitale in regali e gioielli. L’investimento iniziale per Geminoid F è di 78mila euro, che però nell’arco di una vita rientrano facilmente.

    Anche perché la donna robot è oggi in grado di interagire, cantare, recitare, intrattenere i suoi interlocutori umani ed esprimere i propri sentimenti attraverso le espressioni del volto. In Asia ha già fatto innamorare centinaia di uomini. Magari in futuro potremo anche farla lavorare per portare a casa uno stipendio. Cosa volere di più da una donna?