Foto false, le 10 più famose di sempre

1 di 10
    continua
    http://www.qnm.it/attualita/fotogallery/foto-false-le-10-piu-famose-di-sempre_6951.html
    Il fantasma di Raynham Hall
    Il fantasma di Raynham Hall. Oggi siamo abituati, sfogliando le riviste di moda o girando per Internet, a imbatterci in foto ritoccate per trasformare la realtà. La nascita di Photoshop ha eliminato i limiti per la creatività applicata alle immagini, ma anche prima che il ritocco al computer diventasse la norma le foto false esistevano eccome. Il sito Flavorwire ha fatto una ricerca per capire quali fossero le foto false più famose della storia, quelle che hanno fatto discutere per anni e, in alcuni casi, ancora dividono l'opinione pubblica. Questa, in particolare, è stata scattata da due professionisti nel 1936 a Raynham Hall nel Norfolk ed è diventata famosa come "Brown Lady", il fantasma di Raynham Hall.

    Il fantasma di Raynham Hall

    Oggi siamo abituati, sfogliando le riviste di moda o girando per Internet, a imbatterci in foto ritoccate per trasformare la realtà. La nascita di Photoshop ha eliminato i limiti per la creatività applicata alle immagini, ma anche prima che il ritocco al computer diventasse la norma le foto false esistevano eccome. Il sito Flavorwire ha fatto una ricerca per capire quali fossero le foto false più famose della storia, quelle che hanno fatto discutere per anni e, in alcuni casi, ancora dividono l'opinione pubblica. Questa, in particolare, è stata scattata da due professionisti nel 1936 a Raynham Hall nel Norfolk ed è diventata famosa come "Brown Lady", il fantasma di Raynham Hall.

    Avvistamento Ufo

    Avvistamento Ufo

    Billy Meier è senza dubbio il più importante fotografo di falsi Ufo al mondo. Nella sua onorata carriera ha realizzato oltre 1000 scatti per dimostrare l’esistenza degli alieni.

    Bambina che gioca con le fate

    Bambina che gioca con le fate

    Scattata nel 1920, questa foto fa parte di una serie di scatti realizzati per dimostrare l'esistenza delle fate. La cosa incredibile è che è stata dichiarata falsa solo nel 1970.

    Il gatto gigante del Canada

    Il gatto gigante del Canada

    Il gatto gigante del Canada ha fatto molto discutere qualche anno fa. Si tratta di un ritocco fatto al computer da parte del padrone del simpatico felino, diventato un fenomeno sul web.

    Il martire Abraham Lincoln

    Il martire Abraham Lincoln

    Dopo la morte di Abraham Lincoln nel 1865, a nessuno fu concesso di fotografare il corpo. Negli anni sono però comparsi diversi scatti del martire sul letto di morte.

    Il mostro di Loch Ness

    Il mostro di Loch Ness

    Forse la più celebre di tutte, questa foto scattata nel 1934 dal colonnello Robert Wilson dovrebbe dimostrare l'esistenza di Nellie, mostro di Loch Ness.

    Il piccolo Adolf Hitler

    Il piccolo Adolf Hitler

    Nel 1933 i giornali americani vennero invasi da foto del piccolo Adolf Hitler. In realtà si trattava di un bambino di 2 anni statunitense, tale John May Warren. La "truffa" venne scoperta però solo nel 1938.

    In posa sulle Torri Gemelle

    In posa sulle Torri Gemelle

    Di cattivo gusto questo scherzo fotografico, che riprenderebbe un turista in posa su una delle Torri Gemelle proprio nel momento in cui sta arrivando l'areo che l'avrebbe distrutta. La foto è parte di una serie circolata dopo l'11 settembre, trovata in una presunta macchina fotografica tra le macerie.

    Moglie di Abraham Lincoln con fantasma

    Moglie di Abraham Lincoln con fantasma

    Ancora Abraham Lincoln protagonista di foto false, questa volta in veste di fantasma. Quella ritratta nella foto è infatti sua moglie Mary Todd Lincoln: la foto è del 1871, ed è considerata la prima foto spiritica della storia.

    Prima foto falsa della storia

    Prima foto falsa della storia

    Per quanto riguarda le foto false, il primo esemplare è senza dubbio quella realizzata da Hippolyte Bayard negli anni '30 dell'800. La foto riporta la didascalia sul retro "il cadavere è quello del signor Bayard". Si tratta di un finto suicidio messo in scena per salvarsi dai problemi giudiziari che opponevano il fotografo alla monarchia.