Femen a Davos, attiviste senza veli al World Forum: foto e video

Femen a Davos, attiviste senza veli al World Forum: foto e video
da in News, Femen

    Femen, il gruppo di attiviste più amato dal pubblico maschile, colpisce ancora. Questa volta gli sforzi delle contestatrici senza veli si sono concentrati contro il World Forum in corso a Davos. Le ragazze si sono presentate in Svizzera solo per denudarsi e protestare contro quelli che definiscono i “gangster” dell’economia.

    Ogni blitz di questo movimento di protesta fondato in Ucraina nel 2008 diventa un’occasione unica per fotografi e curiosi, proprio perché fin dagli esordi la caratteristica principale delle attiviste è la capacità di presentarsi in topless incuranti di temperatura, buon senso e morale. Davos non ha fatto eccezione, con tre belle bionde apparse all’improvviso.

    Una capacità incredibile di sbucare dal nulla con cartelloni di protesta e tanta voglia di urlare al mondo il proprio disappunto (forse anche per riscaldarsi viste le temperature gelide registrate in Svizzera in questi giorni). Il bersaglio può cambiare ma le modalità e l’eco mediatica restano sempre le stesse.

    Contro il Forum economico mondiale nel passato anche recente si sono concentrate le proteste di gruppi anche meno pacifici, quindi è probabile che le autorità locali abbiano accolto con un sospiro di sollievo le ragazze di Femen, che urlano strepitano si denudano ma almeno non distruggono la città arrivando allo scontro con le forze armate.

    Anzi, a dirla tutta, la polizia è sembrata in palese imbarazzo nel momento in cui ha ricevuto l’ordine di allontanare le ragazze che cercavano di scavalcare a petto nudo i cancelli che delimitavano la zona off limits. Sui cartelli frasi del tipo “La crisi è made in Davos” e “Poveri a causa vostra”, anche se siamo sicuri che l’attenzione di tutti non sarà stata attratta dai cartelli.

    Comunque quanto fatto a Davos è niente in confronto a quanto fatto qualche mese fa a Roma: un blitz nella Città del Vaticano proprio mentre migliaia di fedeli da tutto il mondo si apprestavano ad ascoltare l’Angelus di Benedetto XVI. Il tutto per protestare contro Silvio Berlusconi e i suoi ben noti problemi giudiziari in merito a festini e giovani donne pronte a tutto. In attesa della prossima mossa di Femen, ecco le foto e il video da Davos.

    381

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsFemen
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI