Speciale Natale

Droghe legali, esistono davvero?

Droghe legali, esistono davvero?
da in Costume, News
Ultimo aggiornamento: Martedì 10/11/2015 15:04

    Droghe legali

    Droghe legali in Italia, esistono davvero? La risposta è sì. Nonostante si possa essere portati a pensare il contrario, effettivamente una buona parte di droghe che danno dipendenza sono legali. Per i più curiosi che vogliono sapere quali sono tutte le droghe legali, la lista delle più comuni la trovate sfogliando le pagine di questo articolo. Tra smart drugs di origine naturale, alimenti e farmaci, facciamo chiarezza – nelle pagine seguenti – su quali sono le droghe legali che si possono trovare in Italia, considerando il fatto che c’è in giro anche chi si fuma le ortensie del suo giardino.

    Alcol al bar

    Basta entrare in qualsiasi supermercato o bar per comprare tutta la quantità di alcol che si desidera. Anche se molti giovanissimi pensano che bere fa figo, in realtà l’alcol genera una forte dipendenza per cui non di rado chi comincia diventa alcolista, con tutti i problemi del caso. Ricordiamo anche che l’alcol è una tra le sostanze più tossiche esistenti, e con l’abuso provoca lesioni al fegato. Nello stato di ubriachezza, l’alcol nel sangue raggiunge tutti gli organi, cervello compreso, uccidendo migliaia di neuroni (si calcola circa 100.000 neuroni, tanti quanti quelli di una giornata di vita), e il danno cerebrale è irreversibile. Quantità eccessive di alcol possono portare fino al coma e alla morte. Leggi anche ”Alcol Snaturato”, la campagna di Elio e le Storie Tese contro l’abuso di alcol tra i giovani.

    Benzodiazepine

    Andando in Farmacia è possibile acquistare tipi di farmaci contenenti benzodiazepine come Xanax, Valium e altre molecole simili. Questi psicofarmaci sedativi, usati per il controllo dell’ansia e degli attacchi di panico, purtroppo vengono spesso prescritti con estrema facilità. L’assuefazione arriva presto e smettere può essere mortale tanto quanto continuare. Tra gli effetti collaterali si segnalano il delirio, tremori e attacchi cardiaci.

    Sciroppo medicinale per la tosse

    La codeina spesso ce la troviamo in sciroppi per la cura di tosse, bronchite o sinusite, ma forse non tutti sanno che la codeina è un oppiaceo che dà dipendenza fisica e psicologica, e assumerlo contemporaneamente ad alcol può rivelarsi perfino mortale per l’uomo.

    Pain Pills

    Gli steroidi anabolizzanti sono usati per curare alcune forme di osteoporosi e artrite reumatoide, e anche in caso di tumori o Aids. Purtroppo spesso vengono assunti anche da chi è sano, ovvero dagli atleti e da chi vuole aumentare la massa muscolare. Sono una variazione sintetica del testosterone e causano danni al sistema nervoso centrale, problemi al fegato e ai testicoli.

    Pacco di sigarette

    Anche se molti fumatori dicono che non è vero, la nicotina (che è un alcaloide parasimpaticomimetico piuttosto tossico) è una delle droghe più facili da avere e tra quelle che danno maggiore dipendenza. Molti aggirano il problema usando sigarette elettroniche ma non c’è ancora la certezza che queste ultime non causino problemi di salute. Ad ogni modo, smettere di fumare porta immediati benefici, oltre a quelli sul lungo periodo: per saperne di più clicca qui.

    Funghi allucinogeni amanita muscaria

    Tra i funghi allucinogeni l’Amanita muscaria è conosciuto da sempre come il fungo usato nei riti sciamanici, fin dai tempi più antichi. Le sue sostanze neuroattive possono causare formicolio, delirio, allucinazioni visive e olfattive, depersonalizzazione, stato onirico, depressione, talvolta agitazione psicomotoria e mania suicida. Questo fungo è riconoscibilissimo, è molto appariscente. Non è proprio legale, nel senso che l’uso è proibito ed è vietato il commercio, ma questo fungo inserito dall’ISS tra le smart drug di origine vegetale si trova nei boschi, e detenerlo non è proibito. Bisogna però stare attenti all’assunzione perché essendo un fungo velenoso provoca un’intossicazione epatica che può rilevarsi anche fatale.

    Prescription risk

    Gli oppioidi sono farmaci ad azione centrale, utilizzati principalmente come analgesici, nella terapia del dolore, per i malati terminali e nelle anestesie. Tra i farmaci oppioidi si ricorda la morfina, la petidina, la buprenorfina, il butorfanolo, il fentanyl, il sufetanil, l’etorfina, l’ossicodone. E a partire dal 2007 anche in Italia è stato commercializzato l’idromorfone.

    1211

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI