Donna sostiene di aver avuto un figlio dagli alieni (video)

da , il

    Questa notizia poteva finire sia nella categoria notizie curiose che in quella del mistero, perché la vicenda della donna che sostiene di aver avuto un figlio dagli alieni ha davvero del surreale. E questa volta non dobbiamo neanche allontanarci dalla nostra Italia, visto che la storia viene dalla Sardegna, e vede protagonista Giovanna Podda.

    Tutto ha avuto inizio nel 2009, quando la donna, 40 anni della provincia di Cagliari, si è presentata in televisione per raccontare la sua vicenda alla trasmissione Mistero condotta da Enrico Ruggeri. La donna ha sempre sostenuto di essere stata rapita dai “grigi”, una popolazione extra-terrestre, all’età di cinque anni, e di essere stata sottoposta come cavia ad analisi ed inseminazioni per dare vita ad una nuova specie umana, che mescolasse terrestri ed alieni.

    Ovviamente la storia ha subito creato un polverone di polemiche, dividendo il pubblico tra quanti la ritengono una mitomane e quanti invece, appassionati di ufologia o semplici “credenti”, pensano che eventi del genere possano accadere, e anzi siano già successi più volte.

    Intanto però la vita della donna si è trasformata in una sorta di odissea: lo scetticismo si è trasformato in una vera e propria avversione e Giovanna ha perso il lavoro ed è stata costretta a trasferirsi a Quartu Sant’Elena, allontanandosi dalla sua famiglia. Lei però non ci sta ad essere bollata come pazza, e continua la battaglia a sostegno delle sue tesi.

    “Non ne potevo più di sentirmi sghignazzare dietro le spalle ad ogni passo, volevo solo raccontare quel che mi è capitato. Devo sbattere sul tavolo l’alieno per farmi credere? Sono rimasta incinta una ventina di volte, una di queste è andata male e il feto malformato è rimasto a casa mia”. A sostegno mostra l’autopsia di presunti resti di un feto, una specie di miscuglio insanguinato di ossa e carne.

    L’elemento cardine decisivo per dare verità al suo racconto è però un altro: tracce verdi fosforescenti e indelebili sul suo corpo, sul materasso e sulle pareti, ma soprattutto la fotocopia di una tac che rivelerebbe la presenza dentro di lei di una presenza sconosciuta ed indefinibile. Lo scetticismo comunque non si placa, anche perché alcune delle dichiarazioni sembrano effettivamente uscite da un film di fantascienza di serie B.

    “Sono rimasta vittima di sequestro da parte di un gruppo di extraterrestri, con tanto di astronave. Mi hanno portato in un luogo misterioso, sottoposta a dolorosi esperimenti, c’erano altri umani, soffrivano, cercavano di ribellarsi, ma erano inermi. Ho avuto il coraggio di rivelare questa verità. Non sono l’unica a vivere simili esperienze ma altri preferiscono tacere. Gli extraterrestri esistono e sono qua tra noi”.

    Intanto, mentre molti la osteggiano, Giovanna Podda è diventata una sorta di simbolo per quanti credono agli ufo, e il 24 e 25 settembre 2011 porterà la sua testimonianza come relatrice del convegno «Interazioni tra umani e alieni» in programma a Roma con la partecipazione straordinaria di Trevis Walton, altro uomo rapito dagli extraterrestri. Per concludere vi postiamo i video della partecipazione della donna a Mistero.