Speciale Natale

Dimentica la moglie in autogrill: i casi più clamorosi

Dimentica la moglie in autogrill: i casi più clamorosi
da in News
Ultimo aggiornamento:
    Dimentica la moglie in autogrill: i casi più clamorosi

    Mai dare per scontata la propria partner. Quante volte abbiamo sentito questo ammonimento da parenti e amici? Certo è che quando una coppia dura da tanto tempo, può capitare di dimenticare la moglie in autogrill e ripartire senza di lei. Meno consueto che il fatto accada quando si tratta di due sposini in viaggio di nozze, come accaduto a Eileen Novak e Mann Gernot. Pochi giorni e già la moglie diventa una sorta di ‘tappezzeria’: dopo una sosta lui riparte e la lascia lì in attesa, rendendosi conto del malfatto solo dopo 200 chilometri. Un ottimo inizio di vita insieme, non c’è che dire. Peraltro non si tratta neanche del primo caso simile. La storia recente è ricca di situazioni di questo tipo.

    Gli appassionati di cinema ricorderanno che uno spunto del genere è stato utilizzato per il film di Silvio Soldini ‘Pane e Tulipani‘ del 1999: Rosalba è una casalinga che, tornando da una gita in autobus con famiglia e amici, viene dimenticata all’autogrill. Da lì inizia una catena di eventi che la porterà a ripensare alla sua intera esistenza. Situazioni che possono succedere solo nei film? Non proprio, e basterebbe la storia della coppia di sposini a dimostrare il contrario.

    2008 – FRANCIA
    La cronaca ci aiuta a raccontare anche altre vicende simili: nel 2008 un motociclista francese ha dimenticato la moglie in un’area di sosta in Alsazia, rendendosi conto dell’assenza solo dopo 120 chilometri. Preso dal panico e convinto che lei fosse caduta durante il viaggio, si è presentato dalla polizia in stato confusionale. Dopo ore di ricerca, la donna è stata ritrovata nella stessa area di sosta dove era stata abbandonata.

    2007 – ITALIA
    Con un salto indietro di qualche anno arriviamo al 2007 nell’area di servizio Nure Sud sulla A21 Piacenza-Cremona: qui una coppia di tedeschi si ferma per la classica sosta ‘pieno e pipì’. Lui fa rifornimento ed entra per pagare, la signora si reca alla toilette. Poi lui risale in auto e, come niente fosse, riparte rientrando in autostrada. Solo la Polstrada, dopo ore di ricerca, riesce a ricongiungere i cari coniugi.

    2005 – ITALIA
    Cambia la zona, cambia la coppia ma non il risultato: nel 2005 un tedesco di origini macedone sta tornando a casa con la famiglia dopo una vacanza in Grecia. Alla stazione di servizio di Pesaro, dopo la sosta rifornimento, riparte con i bambini ma senza la moglie, ritrovata solo dopo sei ore.

    La giustificazione del marito? Non si era accorto che la moglie non era in macchina perché di solito la donna viaggiava sui sedili posteriori per stare vicino ai figli.

    2004 – FRANCIA
    I nordici sembrano abbonati a questo tipo di disavventure: nel 2004 un danese in viaggio verso la Spagna ha dimenticato la moglie in un’area di sosta in Francia. La donna, che con sé non aveva documenti, denaro né un telefonino, è riuscita dopo varie peripezie a contattare una pattuglia di gendarmi. Del marito nessuna notizia finché la caserma non ha ricevuto una segnalazione dalla polizia della Gironda: “Abbiamo un danese che cerca la moglie“. L’uomo è tornato indietro di 250 chilometri per recuperare la moglie e proseguire verso la Spagna. Non è ben chiaro quale fosse l’atmosfera in auto per il resto del viaggio.

    1999 – ITALIA
    Tedeschi protagonisti nel 1999, quando la cronaca ci riportava la notizia di una coppia di Monaco di Baviera protagonista di una vicenda simile, ancora una volta in Italia. Di ritorno dalla Calabria, la coppia si ferma vicino Roma in un autogrill per una pausa caffè e toilette. Subito dopo lui riparte, convinto che la moglie sia sui sedili posteriori a dormire. Invece lei è rimasta a Roma, ma lui se ne rende conto solo a Firenze, quando la fame gli impone di svegliare la consorte. Il panico improvviso è stato risolto solo dalla polizia, che ha trovato la donna seduta sul guard-rail in serafica attesa del marito.

    677

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI