Sport e sessualità: troppo agonismo fa male alla libido?

Sport e sessualità: troppo agonismo fa male alla libido?
da in Coppia, News rapporti, Rapporti, Sessualità
    Sport e sessualità: troppo agonismo fa male alla libido?

    Molto spesso le ricerche scientifiche si sono concentrate sul legame di correlazione tra sport e sessualità, ma quanto appurato da uno studio del Department of Exercise and Sport Science dell’Università della North Carolina negli Usa è alquanto impietoso: troppo sport induce un calo della libido negli uomini. E sia chiaro, non si intende l’abbuffata di partite in tv che tra campionato e Champion’s rapiscono l’attenzione del maschio medio normodotato più di qualsiasi look disinibito della propria consorte, ma proprio l’intensa attività agonistica profusa in determinate discipline: sport e sessualità non vanno sempre d’accordo dunque, soprattutto quando l’attività sportiva viene praticata con intensità e numero di ore superiore alla norma.

    A finire nel mirino dei ricercatori sono in particolare il ciclismo, il triathlon, il fondo, la corsa, tutte discipline che indurrebbero nei super allenati tanta fatica fisica quando un inevitabile, drastico calo del testosterone. Se già la palestra ha mostrato i suoi effetti negativi, la rivincita dei pigri contro chi abbina sport e sessualità in un’accezione puramente positiva segna una nuova vittoria a favore dei primi: l’ossessione di superare i propri limiti e il pensare intensamente allo sport indurrebbero il maschio a ‘dimenticarsi’ di coccole ed effusioni, ed i movimenti e gli esercizi continui delle suddette discipline sono così faticosi da far rinunciare agli amplessi.

    Dunque gli uomini amanti dello sport devono rinunciare a finire in cima alle classifiche dei latin lover? Non necessariamente, a patto di regolarsi. Un’altra ricerca targata British Heart Foundation, che ha indagato le percezioni che hanno le donne sugli sportivi, rivelano che ad esempio proprio i ciclisti sono particolarmente ‘cool’, e attraggono le donne. Ma non solo: emerge che hanno maggiori possibilità di essere emotivamente stabili, rilassati, e calmi, senza soffrire di stress e depressione, benché siano tendenzialmente materialisti.

    Invece i corridori sono percepiti come più estroversi, i nuotatori vengono considerati i migliori amanti, mentre i dediti al trekking figurano tra gli uomini meno materialisti ed egocentrici. Insomma sport e sessualità possono coesistere, basta non farsi prendere troppo la mano, come in tutte le cose: cari maschietti, ogni tanto pensate meno a quale tempo avete stabilito durante l’ultima pedalata e di più alla vostra partner in abiti e lingerie sexy. In fondo è sport anche andare sotto le lenzuola con chi si ama, e si fa anche meno fatica

    453

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CoppiaNews rapportiRapportiSessualità
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI