Speciale Natale

Le cose di cui non bisogna vergognarsi in amore

Le cose di cui non bisogna vergognarsi in amore
da in Coppia, Rapporti, Top & Flop
Ultimo aggiornamento: Lunedì 06/07/2015 18:30

    uomo imbarazzato

    Ci sono cose di cui non bisogna vergognarsi in amore, ma gli uomini non lo sanno. I tabù per noi maschietti nelle relazioni con le donne sono parecchi, e anche se fingiamo di essere liberi di fare e di pensare tutto ciò che vogliamo, non è affatto così, tanto che spesso limitiamo la nostra personalità per immotivate paure. Vergogna e imbarazzo sono il nostro pane quotidiano, anche se non lo ammetteremmo nemmeno sotto tortura: non parliamo di timori fisici come quelli del giovane Edo di Short Skin, ma di aspetti della personalità e del comportamento di tutti i giorni che pensiamo potrebbero mettere in dubbio la nostra mascolinità. Perché va bene tutto, ma guai se qualcuno si azzarda a pensare che non siamo virili come Humphrey Bogart, ricchi di fascino e testosterone come James Bond, e stalloni da monta come Rocco Siffredi. Ecco invece 10 cose di cui noi maschi non dovremmo vergognarci in amore.

    Sensibilità
    uomo che piange

    Un uomo non piange. MAI. Ce lo hanno inculcato fin da bambini nella testa e da lì non esce più, al massimo potevamo concepire in tenera età qualche lacrimuccia per le sorti di Kenshiro o per come moriva Al Pacino in Carlito’s way, da coprire furtivamente con rapido gesto della mano. Ora, non diciamo che si può tirare fuori il fazzoletto ogni quarto d’ora e diventare delle lagne, ma mostrare il proprio animo sensibile ogni tanto, nei momenti giusti, alle donne piace.

    Timidezza
    uomo timido

    È vero, alle donne piacciono gli uomini sicuri di sé, ma la timidezza, se non è a livelli patologici, getta una luce di intrigo e di mistero che affascina il gentil sesso. Per cui è inutile sforzarsi di fare il figo se proprio non fa parte della propria natura, si rischia di dire o fare sempre la cosa sbagliata al momento sbagliato.

    Non avere denaro
    non avere soldi

    Essere disoccupati o avere in generale pochi denari in tasca spesso umilia l’uomo, geneticamente programmato dagli albori dell’umanità a dover provvedere al benessere della donna. Nel 2015 non si può ancora avere questa mentalità e rinunciare a corteggiare una ragazza perché si teme di non essere all’altezza. Sono altre le cose che possono renderci dei pezzenti nell’animo, e se lei fosse davvero solo interessata al denaro… ma chi ve lo fa fare di conquistarla?

    Automobile
    automobile

    Sostituto fallico per eccellenza nell’immaginario maschile, l’automobile è un must irrinunciabile, più è grande il bolide più ci si sente potenti. Vi sveliamo un’amara verità: al 90 per cento della popolazione mondiale femminile non interessa una beneamata di quale modello a quattro ruote avete. Non fatevene un cruccio.

    Tenersi per mano
    tenersi per mano

    In stretto rapporto al tema della sensibilità, c’è l’imbarazzo in molti uomini nel lasciarsi andare in pubblico a gesti di tenerezza anche banali come tenersi per mano. Come spiegava nel suo Teorema l’imprescindibile filosofo Marco Ferradini, fuori dal letto nessun pietà! E ci ha fregati tutti.

    Presentare alla mamma
    presentazione in famiglia

    È il momento più arduo, lo scoglio ultimo da superare per avere il definitivo via libera alla relazione: presentare alla mamma la propria ragazza, colei che nel nostro inconscio dovrà sostituirla in tutte le funzioni vitali, dalla cucina alla scelta dei vestiti, fino al lavaggio delle mutande sporche. Rassegniamoci all’idea che possa esistere un’altra donna così, e dunque non vergogniamoci di presentare alla mamma una ragazza per ottenere la sua approvazione.

    Confidarsi
    coppia complice

    Un uomo non deve chiedere mai, recitava una pubblicità anni or sono, ed anche quello ci ha segnato la vita. Confidarsi, mettere a nudo la parte più fragile e indifesa del nostro animo, è qualcosa che ci riesce sommariamente difficile, pur essendo vitale in una relazione. Lo sfogo, pensa erroneamente il maschio medio, è roba da femminucce.

    Confronti
    confronti

    Il timore di non essere all’altezza dell’ex fidanzato è un’altra di quelle cose che può mettere in stato di imbarazzo permanente un uomo, tanto dal punto di vista fisico quanto nei comportamenti quotidiani. Un’ansia da prestazione estesa a tutti i livelli di una relazione che rischia di pregiudicare un rapporto.

    Non essere capaci di fare qualcosa
    lavori in casa

    Un vero uomo non conosce la parola sconfitta, questo ci hanno insegnato. Che si tratti di aggiustare un tubo o aprire un barattolo di melenzane sott’olio, il fatto di non essere capaci di far qualcosa è un aspetto che umilia l’uomo nel profondo. E poco importa che l’insegnamento originario era una cavolata colossale.

    Non sentirsi all’altezza
    povero e ricco

    Un imbarazzo che riassume e racchiude in sé tutti gli altri: può dipendere dalla differenza di classe sociale, dal sentirsi inadeguati in termini di avvenenza fisica o altro ancora, ma non sentirsi all’altezza di una donna è qualcosa che limita profondamente il nostro rapporto con l’altro sesso, una vergogna che spesso non ha ragione di esistere. Lasciatevi andare! Meglio un rifiuto subito che un eterno rimpianto.

    1214

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI