In estate la coppia scoppia tra caldo e tradimento

da , il

    In estate la coppia scoppia tra caldo e tradimento

    Quando arriva l’estate sale la voglia di vacanze, il bikini torna ad essere l’abbigliamento preferito dalle donne e la coppia scoppia. Avete capito bene, il destino delle relazioni di coppia sembra segnato dal passare delle stagioni: se durante i mesi freddi il rapporto si rinsalda, complici anche il brutto tempo e la scarsa voglia di uscire di casa, con l’arrivo dell’estate compaiono le prime crepe, che possono portare a crolli improvvisi. La colpa è tutta del caldo, della voglia di divertirsi e della scappatella sempre dietro l’angolo. Parola di ricercatori, che considerano luglio e agosto i due mesi ad alto rischio, quelli dove l’insofferenza per la partner ufficiale raggiunge livelli di guardia.

    Non servono certo gli scienziati per a certificare lo status dell’estate come periodo perfetto per il tradimento, basta un po’ di buon senso e uno sguardo a quanto accade (o accaduto in passato) alle coppie accanto a noi. Quali sono i motivi delle incomprensioni e delle tensioni? I più disparati, almeno a leggere le percentuali di un sondaggio condotto negli Stati Uniti, ma è soprattutto la molesta presenza della partner sul materasso a creare tensioni. Un esempio? Il 43% delle coppie intervistate in estate litiga per la temperatura del letto e per l’arcaico dilemma coperte sì coperte no, ma c’è anche chi non sopporta il russare, il sudore o i movimenti inconsulti durante il sonno agitato e reso difficile dal caldo. Insomma, la temperatura diventa di fuoco ma non è merito della passione, che anzi si spegne e rimanda a climi migliori la condivisione del talamo. Quando le premesse sono queste, il disastro è dietro l’angolo.

    E infatti la fuga dal letto si compie proprio nei mesi centrali dell’anno, quelli dove la propensione al tradimento è più elevata. Che si vada in vacanza con gli amici o si resti a casa in città per lavoro, la tentazione è sempre dietro l’angolo, sottoforma di sensuale collega d’ufficio o turista straniera conosciuta al bancone del bar. Gli uomini, per rendere fruttuosi i pochi giorni di ferie, puntano tutto sulla quantità, cercando di accumulare il maggior numero possibile di relazioni fedifraghe giusto in tempo prima di tornare a casa e riprendere la routine di coppia. Perché, nonostante le tensioni estive, è difficile che la coppia scoppi definitivamente. Si tratta piuttosto di una tregua non scritta, momento di riflessione aperto a mille possibilità: il 61% delle donne in vacanza da sole cede alle lusinghe del vicino di ombrellone, dove per ‘sole’ non si intende per forza single.

    Se il letto è troppo caldo e noioso, però, come trovare una degna alternativa per consumare il tradimento estemporaneo? Semplice, utilizzando la fantasia: secondo un sondaggio sulle fantasie maschili, i luoghi ideali per fare l’amore in estate sarebbero l’automobile, il balcone di casa o dell’hotel, il mare o la piscina ma anche posti più ‘avventurosi’ come il bosco, la cabina della spiaggia o la città deserta. L’importante è divertirsi prima di tornare alla fedeltà di coppia dei mesi invernali.