Speciale Natale

Fare l’amore in acqua: suggerimenti e posizioni per ottenere il massimo del piacere [FOTO]

Fare l’amore in acqua: suggerimenti e posizioni per ottenere il massimo del piacere [FOTO]
da in Consigli Amore, Rapporti, Sessualità
Ultimo aggiornamento:

    Fare l’amore in acqua è una delle fantasie più comuni sia per uomini che per donne, e il motivo è presto detto: è molto eccitante. Nel suo essere una stuzzicante fantasia, oltre che un ottimo lubrificante dell’amore, l’acqua nasconde comunque una serie di insidie, per cui oggi vogliamo suggerirvi alcune posizioni per ottenere il massimo del piacere mentre ci si gode la copula al mare, sul lago o anche in una piscina, al riparo da occhi indiscreti ma comunque titillati dalla tentazione di essere scoperti da altrui sguardi. Innanzitutto, ovunque ci si trovi, è meglio essere in un punto in cui ci si tocca con i piedi per evitare che l’amplesso si trasformi in una tragedia: fatta questa banale ma necessaria premessa, possiamo adesso dilungarci sulle migliori posizioni per fare l’amore in acqua.

    Quando lo si fa in acqua, la posizione più consigliata, ed in fondo anche quella che viene più spontanea provare, è quella dell’abbraccio acquatico, ovvero quando l’uomo è in piedi mentre la partner lo abbraccia con le gambe strette attorno alla sua vita, seguendo il ritmo delle onde con i movimenti del bacino: questa è una posizione molto confortevole per la donna ma anche per l’uomo in quanto favorisce una penetrazione profonda. Le più allenate fra le donzelle possono anche optare per la posizione sdraiata sulla schiena, appoggiata alla superficie dell’acqua, l’ideale per godere al massimo in questi frangenti, e se si vuole aggiungere un po’ di pepe al tutto, si possono utilizzare appositi sex toys pensati proprio per essere waterproof. Se si esce dall’acqua e si va sul bagnasciuga, ci si può invece scatenare in qualsivoglia posizione utilizzando la sabbia come letto, magari stendendoci sopra un telo per evitare graffi.

    Purché non siano troppo appuntiti ed in grado di ferirci, gli scogli possono rivelarsi degli ottimi coadiuvanti mentre si fa l’amore in acqua: scegliamo un luogo dove l’acqua raggiunga al massimo la vita, dopo di che facciamo stendere a pancia in giù la partner, che mantiene la posizione con le mani o una mano sola appoggiata sullo scoglio, facendo dolcemente galleggiare il busto e le gambe. Ora possiamo penetrarla da dietro stile pecorina ma in versione marina, un’ottima posizione per farle raggiungere l’orgasmo in quanti i movimenti risulteranno più fluidi e morbidi, e soprattutto meno faticosi per entrambi.

    Il nostro ultimo suggerimento, se siete in un luogo all’aperto o in una piscina, è fare l’amore in acqua sul materassino, un’esperienza molto appagante anche se richiede un minimo di allenamento acrobatico, poiché il mezzo galleggiante tende ad allontanarsi seguendo il movimento delle onde. Sul materassino è molto sensuale lasciarsi andare ad un rapporto orale: ad esempio possiamo far sdraiare lei sul lettino e dedicarci con foga e passione alle sue intimità immersi in acqua, tenendo le mani giunte con le sue in modo che i corpi non si allontanino per il sopracitato movimento ondulatorio. Un piccolo ostacolo che renderà l’esperienza ancora più eccitante: provare per credere! Nella nostra fotogallery con le posizioni per fare l’amore in acqua potete scoprire altri suggerimenti utili per il divertimento di coppia anche sotto la doccia o nella vasca da bagno.

    585

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli AmoreRapportiSessualità

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI