Speciale Natale

Attività sessuale cervello: il segreto è nel ritmo

Attività sessuale cervello: il segreto è nel ritmo
da in Rapporti, Sessualità
    Attività sessuale cervello: il segreto è nel ritmo

    Che tra attività sessuale e cervello esista una profonda correlazione è qualcosa che la scienza ha assodato da tempo, e d’altronde anche noi uomini della strada lo avevamo intuito, pur senza avere certezze: non ci sentiamo infinitamente meglio dopo aver fatto l’amore? Ora però gli esperti, per la precisione una ricerca della Northwestern University pubblicata su Socioaffective, Neuroscience and Psychology, ci dicono che il segreto del legame tra attività sessuale e cervello è tutta nel ritmo: più la stimolazione sessuale viene prolungata e sincronizzata, maggiormente influisce sulle onde cerebrali portando la coppia all’orgasmo, quell’Eden spesso vagheggiato e raramente raggiunto in coppia simultaneamente.

    C’è chi infatti ci da dentro con i cibi afrodisiaci, chi consulta manuali o addirittura l’oroscopo pur di apprendere tutto quello che è necessario su zone erogene e metodi per raggiungere l’agognato orgasmo, ma la questione a quanto pare è assai più semplice, e potrebbe ridursi banalmente ad un allenamento costante per apprendere come ottenere il ritmo giusto, in grado di instaurare appunto questa profonda correlazione tra attività sessuale e cervello. Una correlazione paragonabile ad un vero e proprio stato di trance.

    Il termine tecnico è trascinamento neuronale, che produce un’alterazione della coscienza: insomma quando lo facciamo nei modi e soprattutto nei ritmi giusti, non siamo più padroni di noi stessi. Secondo Adam Safron, titolare del citato studio, ‘la sincronizzazione e il ritmo sono elementi importanti per la trasmissione del segnale all’interno del cervello, perché è più probabile che i neuroni inneschino una reazione se vengono stimolati molteplici volte dentro una finestra temporale ridotta.

    Altrimenti, il segnale finisce col decadere come parte di un meccanismo generale di regolazione invece di sommarsi generando una reazione‘. Maggiore è la sincronia, più alta è la probabilità che la connessione tra stimolazione sessuale e onde cerebrali conduca all’orgasmo, e tale ricerca sostanzialmente incoraggia le persone a focalizzarsi sull’aspetto ritmico della sessualità. Se volete divertirvi sul serio con la vostra partner insomma, dovete lavorare sodo sulla sincronia, e allora la vostra vita amorosa assomiglierà molto di più ad uno scatenato rock’n'roll che non ad una triste sinfonia.

    413

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSessualità

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI