Speciale Natale

10 tattiche d’approccio da evitare

10 tattiche d’approccio da evitare
da in Consigli Amore, Rapporti, Seduzione
Ultimo aggiornamento:
    10 tattiche d’approccio da evitare

    A cosa pensa un uomo tutto il giorno? A quali tattiche d’approccio utilizzare per conoscere una ragazza. Una ricetta sicura purtroppo non esiste, e il cammino è sempre irto di ostacoli e difficoltà: tuttavia se non si vuole andare incontro ad uno scontato due di picche ci sono comportamenti da evitare assolutamente. Saper sedurre è un’arte, ma perseverare in comportamenti inappropriati è masochismo: ecco per voi 10 tattiche d’approccio da evitare per non ricevere un no da una ragazza.

    LO SFACCIATO

    È vero che la sincerità è una dote, ma essere troppo diretti e rivelare subito che ‘volete quella cosa lì’ dalla signorina in questione equivale ad un rifiuto abbastanza scontato: riferimenti troppo espliciti possono al contrario inibire. Con le donne ci vuole pazienza, è una continua partita a scacchi.

    IL CINICO

    Generalmente la tattica del cinismo è utilizzata da chi ha visto troppi film con Humphrey Bogart e pensa che dall’altra parte ci sia sempre una Lauren Bacall pronta a cadere ai loro piedi. Provateci ancora, ma mettete un po’ più dolcezza nell’approccio.

    IL TIMIDO

    La timidezza in realtà talora può incuriosire ed ammaliare la ragazza di turno, ma se non spiccicate parola e volgete lo sguardo ogni volta che incrociate i suoi occhi non andrete molto lontano. Anzi arriverà il tipo figo che vi soffierà da sotto il naso l’obiettivo in un attimo.

    IL DISPERATO

    Anche se non sentite l’odore di una donna da quando in Italia c’era ancora la lira, fare la parte del disperato non vi aiuterà nell’impresa di rimettervi in carreggiata, con un pressing asfissiante e inopportuno. Ci vuole calma e studiare bene le mosse prima di agire.

    IL VISCIDO

    Il viscido è un tipo strano, si muove in maniera ambigua, non è chiaro nei suoi propositi ma fornisce la spiacevole sensazione di avere un secondo fine. Le donne hanno un particolare radar che li riconosce per tenerli a distanza chilometrica.

    IL SIMPATICONE

    Vi hanno detto che per conquistare una donna bisogna farla ridere? È una menzogna! All’inizio le risate fanno bene all’approccio e attirano l’attenzione, ma se siete il tipo che ha sempre in ogni momento la battuta pronta non vi schioderete mai dalla posizione di amico. Risate sì, ma fino ad un certo punto.

    LO SCIENTIFICO

    L’intellettuale è un tipo che piace, per carità, ma se la cosa più romantica o intrigante che riuscite a dire per approcciare è una dissertazione sulla meccanica quantistica di Planck incontrerete qualche problema nell’ottenere l’effetto desiderato.

    LO SCONTROSO

    Se rientrate in questa categoria siete praticamente un ossimoro vivente. Ma chi mai volete attrarre se state sempre sulle vostre, e guardate con aria infastidita qualsiasi essere umano che vi si avvicini? La tattica del ‘Mi si nota di più se sto in disparte?‘ funziona solo per Nanni Moretti. Che notoriamente non è un figo, quindi…

    IL DISINVOLTO

    Al contrario del timido, il disinvolto è quello che ci prova sempre, con tutte, indistintamente ‘basta che respiri‘ si diceva una volta. Se vieni marchiato da tale epiteto avrai vita dura.

    IL MUSCOLOSO DECEREBRATO

    In realtà la tattica di esibire il proprio fisico scolpito funziona anche, è quando aprite bocca che cominciano i problemi. Mettiamola così, dovete cercare una vostra pari, una bambolona egualmente decerebrata: se incontrate una donna che ha il QI anche vagamente superiore a quello di un criceto, potreste andare incontro ad un secco rifiuto.

    628

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli AmoreRapportiSeduzione

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI