Terremoto Giappone 11 Marzo 2011: video Tsunami 10 metri

Terremoto Giappone 11 Marzo 2011: video Tsunami 10 metri
http://static.qnm.it/www/fotogallery/645X436/11259/terremoto-e-tsunami-giappone-le-foto.jpg

Terremoto e tsunami Giappone: le foto

  • 	 Terremoto e tsunami Giappone: le foto
  • Terremoto e tsunami in Giappone (2)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (3)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (4)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (5)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (6)

Due potenti scosse di terremoto hanno investito il Giappone e in particolare la capitale Tokyo. La prima scossa sembrava di 7.9, poi corretta ad 8.8 quindi a 8.9, alle 14.46 locali (le 6,46 in Italia) con epicentro a una profondità di 24,4 km e a 81 miglia da Sendai. Un’altra forte scossa di 7.8 si è registrata alle 15.15 locali (le 7,15 in Italia) al largo delle acque della prefettura di Ibaraki, alla profondità di 80 km.

Nella capitale le linee di metropolitana sono state fermate e la circolazione è bloccata. Il traffico aereo all’aeroporto Nerita è stato bloccato e anche gli gli impianti nucleari sono stati fermati.

Dopo il sisma che ha colpito in particolare il nord-est del Giappone le autorità hanno lanciato l’allarme tsunami che poco dopo e’ arrivato colpendo alcune zone costiere con onde alte finoa 10 metri.

Le prime notizie parlano di onde di 7,3 metri a Fukushima e di 10 metri nella costa della città di Sendai, nel nord-est. Nle frattempo sembra che lo yen sia crollato in borsa.

  • 	 Terremoto e tsunami Giappone: le foto
  • Terremoto e tsunami in Giappone (2)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (3)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (4)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (5)
  • Terremoto e tsunami in Giappone (6)

Nonostante si tratti di uno dei sisma piu’ potenti degli ultimi 7 anni per ora si parla solo di un morto accertato e di 8 dipersi, questo perche’ il Giappone e in particolare Tokyo sono da sempre simboli antisismici.

Aggiornamento Ore 11:00
Uno tsunami di 10 metri ha raggiunto la città di Sendai, mentre nella prefettura di Aomori, più a nord sempre nell’isola di Honshu, si sarebbero avuto onde addirittura più alte. Nel frattempo l’allerta tsunami è stata decretata in tutto il Pacifico tranne che per Stati Uniti e Canada continentali. I paesi in cui è in vigore un’allerta sono in particolare Russia, Taiwan, Filippine, Indonesia, Papua Nuova Guinea, Australia, Nuova Zelanda, Figi, Messico, Guatemala, El Salvador, Costa Rica, Nicaragua, Panama, Honduras, Cile, Ecuador, Colombia e Perù.

In Giappone intanto il bilancio delle vittime è salito a 19, tra tsunami e terremoto. Tra le vittime ci sarebbero cinque anziani a causa del crollo di una casa di riposo nella citta’ di Minamisoma e una giovane donna colpita da un pezzo di cornicione a Tokyo. Intanto l’Unità di Crisi della Farnesina è in contatto con l’ambasciata d’Italia a Tokyo per verificare l’eventuale coinvolgimento di connazionali.

Aggiornamento Ore 14.20
Si aggrava ancora di più il bilancio generale della devastazione che ha colpito il Giappone. Le vittime accertate sono salite già a 100, ma sono cifre molto parziali, visto che alcune zone sono al momento irraggiungibili. Intanto il governo giapponese ha dichiarato lo stato di emergenza per la centrale nucleare di Onagawa, visto che il processo di raffreddamento di uno dei reattori non sta procedendo come previsto.

Come se non bastasse, è ormai certo che una nave con 100 passeggeri a bordo è stata inghiottita dall’onda anomala dello tsunami, mentre si sono perse anche le tracce di un treno, e si teme che possa aver subito la stessa sorte, spazzato via dalla marea di fango.

Aggiornamento Ore 16:00
Purtroppo a questo punto si può parlare di vera e propria strage. Il sisma è stato classificato tra i dieci più violenti degli ultimi 150 anni, e il bilancio ufficiale delle vittime non accenna a fermarsi: ormai si parla di oltre 300 morti e 349 dispersi. Una parte delle vittime è rimasta sepolta sotto i crolli, ma c’è un dato davvero inquietante, e sono i quasi 300 cadaveri ritrovati su una spiaggia di Sendai, nell’isola di Honshu, quando l’onda dello tsunami si è ritirata.

Intanto nuovi video e immagini mostrano gli effetti disastrosi dello tsunami e del terremoto.

Terremoto in Giappone

Tsunami sulla cittadina di Sendai

Ondata di fango sulle coste di Sendai

L’onda distrugge il porto di Hachinoe e Kamaishi

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

1025

Pubblicato da Mario Bello il 11/03/2011 in: Attualità

Leggi di più : Giappone, terremoto, tsunami

COMMENTI ()
massj
massj 11 marzo 2011, 15:42

Ci sono due mie amiche in Giappone appena arrivate il giorno prima per una vacanza, mi hanno detto che non ci si può spostare, praticamente sono bloccate a tokyo e nemmeno i mezzi dentro la città funzionano… praticamente funziona solo internet

Segnala abuso
Sondaggio della settimana

Il miglior posto per cuccare?

Vota
Loading ... Loading ...
Siti Utili

© 2008-2014 QNM, tutti i diritti riservati - Trilud S.p.A. - P.iva: 13300290155. Privacy

|Redazione

| Contattaci

| Pubblicità su QNM

| Google+

rss

QNM, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08