Altro che innamorati, la verità sulla festa di San Valentino e dove festeggiarlo

San Valentino la festa più amata e temuta da coppie e single. Ma siamo sicuri che sia proprio una festa degli innamorati? Ecco la verità

Il 14 febbraio è ormai stata scelta come la data della festa degli innamorati e tutti noi ci tuffiamo nella ricerca di regali, pensieri e sorprese che possono allietare la nostra metà del cuore. Invece se non siamo in coppia ci ergiamo ad intellettuali e disprezziamo questa festa così commerciale. Ma sapete davvero quali sono le origini della festa di San Valentino?

luoghi san valentino
Il lago a forma di cuore è il lago di Scanno in Abruzzo. Luogo perfetto per San Valentino

La verità sulle origini della festa di San Valentino sono molto lontane dall’idea di romantici innamorati che abbiamo in testa. Conoscere com’è nata questa festività vi permetterà di viverla in maniera diversa e di andare a vedere luoghi diversi dal solito.

Perché è nata la festività di San Valentino?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo tornare molto indietro nel tempo perché, come riporta Focus, la festa degli Innamorati risale al 496 dopo Cristo.

In quell’anno l’allora Papa Gelasio I aveva intenzione di mettere fine ai riti pagani che venivano dedicati al dio della fertilità Luperco. Non erano celebrazioni molto ortodosse, anzi. Basti pensare che il momento clou di questa festività, che si celebrava il 15 febbraio, è risultato essere il momento in cui, nella nudità generale, alcune donne si sottoponevano spontaneamente ad essere frustrate da giovani uomini nudi. Baccanali insomma senza freni inibitori. Altro che coppiette innamorate!

Situazione non proprio idonea alla religione cristiana insomma! E così l’idea di Papa Gelasio fu quindi quella di dare un nuovo volto a questa festività e battezzarla come la festa dell’amore, spostandola dal 15 al 14 febbraio, in concomitanza con quello che, oggi, è il giorno dedicata al Santo Valentino.

Ma chi era Valentino?

Il Valentino che, molto probabilmente, ha ispirato il Papa nella decisione di rendere proprio lui il protettore degli innamorati è quello nato nel 176 a Terni. Venne considerato il protettore degli innamorati perché la letteratura religiosa parla di lui come un santo difensore proprio delle storie d’amore. Pare che nella sua vita sia intervenuto plurime volte  proprio a cercare di fare da paciere tra innamorati che non andavano d’accordo.

Addirittura si racconta che per aiutare una povera giovane innamorata a sposarsi le donò una ricca dote. Aiutava dunque le coppie a raggiungere il loro sogno d’amore. Ma questo suo predicare il bene non piaceva ai romani. Tanto che nonostante Valentino fosse ormai molto anziano, 97 anni, non esitarono ad ucciderlo brutalmente.

San Valentino di Geoffrey Chaucer

Oggi però molti sanno che l’origine e la consacrazione di San Valentino come patrono dell’amore è da ricercare alla fine del 1300 nelle parole di Geoffrey Chaucer, autore dei racconti di Canterbury che ha narrato all’interno del suo poema dedicato a Riccardo II e Anna di Boemia di un amore forte e ultraterreno, grazie proprio alla protezione di San Valentino.

san valentino
Dai lupercali ai Santi ecco la storia della festa dell’amore

Dove andare a San Valentino

Ora che conoscete le origini della tradizione di San Valentino ci sono dei posti più vicini alla tradizione della festività per celebrare l’amore.  I borghi e i castelli sono indubbiamente i luoghi di elezione del romanticismo dove trascorrere questa giornata. Ma vi suggeriamo 3 mete fuori dal solito.

Terni, la città di Valentino

Terni non rientra mai in nessuna classifica delle città più romantiche d’Italia. E’ famosa per le sue acciaierie, ma non certo per la sua suggestione. Eppure il Valentino di cui tanto si parla era originario e vescovo proprio di questa città umbra. Andate dunque a visitare la Basilica a lui dedicata e immergetevi nella storia di questo Santo che ha devoluto la sua vita all’amore. Terni ha un grazioso centro storico e nei dintorni potrete visitare posti splendidi come Narni o Spoleto.

Londra, sulle tracce di Chaucer

Andare a Londra è sempre una buona idea. La capitale inglese offre di tutto e ovviamente anche scorci romantici e passeggiate suggestive. Anche se non è certo fra le città più romantiche d’Europa. Ma a renderla speciale in questo giorno è immergersi nella lettura di Chaucer. Andate a fare un giro per i luoghi simbolo delle sue opere andando nell’affascinantissima campagna inglese e poi andare a trovare il grande poeta che riposa nell’Abbazia di Westminster.

Il lago a forma di cuore

Le antiche feste dei lupercali invise alla Chiesa non erano solo momenti di perdizione. Erano cerimonie in cui rendere grazie alla natura e l’intento era rendere feconda la terra per prepararla alla primavera. I Romani infatti erano molto legati al ciclo delle stagioni, agli alberi, agli animali e a tutta la natura in genere.

Dunque quale posto migliore del Lago di Scanno in Abruzzo per celebrare l’amore e la natura? Questo lago ha infatti una spettacolare forma a cuore.

Conoscere le origini della festa di San Valentino vi permetterà di scegliere meglio dove andare e vi darà un motivo in più per festeggiare il giorno dell’amore.