Fantacalcio: cos’è e come funziona, spiegato semplicemente

Spieghiamo in modo molto semplice che cos'è e come si gioca al fantacalcio, uno dei passatempi più popolari in Italia. Le regole principali e le dritte

da , il

    Fantacalcio: cos’è e come funziona, spiegato semplicemente

    Cos’è il fantacalcio? Come funziona uno dei giochi più popolari tra gli appassionati del pallone? Cerchiamo di spiegare in modo semplice e completo come si gioca e quali sono le regole principali del fantacalcio, gioco che ogni settimana tiene impegnati milioni di italiani in grandi campionati pubblici così come nelle leghe private. Sì perché non è mai troppo tardi per iniziare a giocare al fantacalcio.

    Se il calcio è il gioco più bello al mondo, il fantacalcio si autodefinisce come il gioco più bello del mondo dopo il calcio. Così, in questo piccolo approfondimento andremo a spiegare le regole principali per chi è completamente digiuno di questo passatempo ed è magari interessato a tentare la sorte mettendosi alla prova. Una definizione: il fantacalcio è una simulazione gestionale di calcio dove si interpreta sia il ruolo di presidente che di allenatore di un team.

    Fantacalcio: acquisto di calciatori

    Nella prima fase del fantacalcio si agisce da presidenti, dunque si andranno ad acquistare i calciatori che potranno comporre la rosa del team. Si avrà un budget massimo di spesa e la necessità di comprare un numero minimo per ogni ruolo. Nello specifico, si dovranno acquistare 25 atleti: tre portieri, otto difensori, otto centrocampisti e sei attaccanti. Si dovrà essere molto bravi a gestire il tetto di spesa per portarsi a casa calciatori di qualità, ma anche validi sostituti nel caso le prime scelte non fossero disponibili. In questo senso, ad esempio coi portieri si acquisterà il primo e secondo (volendo anche terzo) portiere di una squadra così da essere sicuri della presenza in campo. L’acquisto dei calciatori avviene per asta nelle leghe private sia a inizio stagione sia nelle finestre di mercato disseminate lungo la stagione (dipende da lega a lega) oppure si sceglie dall’elenco (ad esempio nel fantacalcio della Gazzetta).

    Fantacalcio: schieramento dei calciatori

    La seconda fase è quella da allenatore. Si dovranno scegliere undici titolari e sette riserve oltre che un modulo tra 4-4-2, 4-3-3, 5-3-2 e così via. E’ naturale in questa fase cercare di puntare ad avere molti attaccanti e centrocampisti in grado di segnare.

    Fantacalcio: il calcolo del punteggio

    Il terzo punto è quello dei punteggi. Ogni calciatore, a fine partita, riceve un voto sulla propria prestazione e può godere di un bonus o di un malus. Ad esempio se ha segnato un gol oppure ha sbagliato un rigore (o viene ammonito o espulso). Se un giocatore non gioca subentra una riserva e se nessuna delle opzioni è disponibili viene assegnato un voto d’ufficio. Naturalmente, ci sono vincitori di giornata e vincitori di campionato rispettivamente per chi ha ottenuto più punti nella singola giornata e a fine della lega. A seconda delle competizioni, si possono ricevere premi e possono esserci sistemi a promozione/retrocessione.