Disfuzione erettile: l’uso dell’alprostadil

Per combattere l'annoso problema della disfunzione erettile, che colpisce oltre tre milioni di maschi italiani, una delle possibili soluzioni potrebbe essere quella della crema locale dell'aprostadil che viene applicata direttamente sul pene per garantire l'erezione

da , il

    Disfuzione erettile: l’uso dell’alprostadil

    Contro la disfuzione erettile si può utilizzare un sistema che è giunto da noi di recente ossia l’alprostadil che si presenta come una crema contro l’impotenza. Agisce in circa mezzora e per una successiva ora può aiutare a combattere la disfunzione erettile. Serve la prescrizione per questo farmaco e non sono rari gli effetti collaterali per quella che è stata soprannominata come la “crema per l’amore” che può aiutare chi soffre di questo malfunzionamento del proprio membro ossia circa 3,2 milioni di uomini italiani, per il 13% della popolazione.

    Vi abbiamo già ampiamente parlato dei problemi relativi alla disfunzione erettile e alle conseguenze che può procurare alla vita di coppia. Ebbene, oltre ai metodi precedentemente raccontati che funzionano per pasticche, c’è anche una soluzione in crema con il principio attivo dell’aprostadil che si basa su questa prostaglandina formulata tramite una tecnologia americana che offre un effetto vasodilatante che dura un’ora e agisce piuttosto velocemente. Scopriamone di più.

    Alprostadil: la pomata per erezione

    L’Alprostadil è la pomata per l’erezione e si acquista in confezioni da conservare in frigorifero. Solitamente è divisa per dosi e in ogni scatola ce ne sono quattro, ma sono numerose anche le offerte di prodotti singoli e pronti all’uso. In realtà possono anche essere conservate a temperatura ambiente fino a 25 gradi. Si applica direttamente sul pene e si aspetta che faccia effetto.

    Come indurire il pene con Alprostadil

    Come usare Alprostadil? Si deve estrapolare il dosatore e si deve rimuovere il cappuccio, poi – dopo essersi lavati per bene le mani – si deve inserire il contenuto direttamente nell’uretra ossia l’apertura del pene facendo attenzione a non ferirsi e agendo delicatamente. Da 5 minuti a 30 minuti servono perché faccia effetto. Dopo l’uso, smaltire il tutto dentro il contenitore del dosatore.

    Effetti collaterali dell’Alprostadil

    Gli effetti collaterali dell’Alprostadil possono essere molteplici anche se solitamente si manifestano in circa l’1% dei casi. Possono essere cardiovascolari nello 0,1-1% con disturbi venosi, extrasistole sopraventricolare, ipotensione, disturbi vascolari periferici, vasodilatazione, emorragia venosa; possono colpire il sistema centrali (1-10%) con cefalea, capogiri; dermatologici (0,1-1%) con eritema, iperidrosi, eruzione, prurito edema venoso alle gambe; gastrointestinali (0,1-1%) con nausea, secchezza della bocca: muscoloscheletrici: (comuni: 1-10%) con spasmi muscolari, dolori alle estremità; oftalmici (0,1-1%) con midriasi; quelli renali sono molto comuni (10%) con bruciore all’uretra nel caso di somministrazione intrauretrale, dolore uretrale, lieve sanguinamento uretrale, disuria, ematuria, pollachiuria, urgenza urinaria, emorragia uretrale, stenosi uretrale, infiammazione delle vie urinarie infine sistemici (1-10%) con ematoma al sito di iniezione, ecchimosi.

    Serve prescrizione per Alprostadil

    Sì. La prescrizione di Alprostadil che avviene, come abbiamo visto, attraverso un’iniezione intracavernosa rimane a carico del Servizio Sanitario Nazionale nel caso in cui i pazienti siano affetti da disfunzione erettile dovuta da lesioni complete del midollo spinale ma anche di quelli che ne presentano una versione neurogena da lesione incompleta del midollo spinale o del plesso pelvico in caso. Il piano terapeutico, come vi abbiamo già sottolineato, deve essere stilato da specialisti del settore dunque da andrologi, endocrinologi, neurologi o urologi.

    Prezzo dell’Alprostadil

    Il prezzo dell’Alprostadil con un flacone da 20 mg parte da circa 14,99 euro ma sale fino a quattro volte tanto per la versione con quattro flaconi monouso che si trovano a circa 50 euro.