I 10 cibi da evitare per dimagrire

Una selezione dei sei cibi più importanti da evitare di mangiare per dimagrire, perdere peso e rimettersi in forma. Per iniziare una nuova vita sentendosi meglio e provando a recuperare lo smalto perduto o mai avuto, o semplicemente per migliorare le proprie condizioni.

da , il

    Cibi per dimagrire
    Pixabay

    Se si è a dieta quali sono i cibi non mangiare? E come si fa a sapere quali alimenti evitare? Il primo passo è rendersi conto che ci sono delle sostanze che dovremmo non mangiare se il nostro obiettivo è quello di perdere peso e restare in forma. È stato dimostrato che certi alimenti aumentano i fattori di rischio per: ictus, diabete, Alzheimer, acuni tipi di cancro e le malattie cardiache. Ovviamente oltre all’alimentazione bisogna tenere conto di fattori di rischio ereditari, ambiente in cui si vive, l’abitudine a fare sport ecc. Questo elenco di alimenti, ordinata in categorie di gruppi alimentari, potrebbe risultarvi utile, scopriamolo nelle prossime pagine. Il nostro corpo è come una macchina ricca di sistemi operativi: il cibo sano fornisce il carburante necessario per mantenere in esecuzione senza problemi e prevenire guasti. Ricordatevi quindi di mantenere nel tempo una giusta alimentazione.

    Zucchero raffinato:

    Oltre che stare lontani dal tavolo dove ci sono biscotti e caramelle, bisogna stare attenti poichè i cibi con aggiunta di zuccheri sono nascosti ovunque. Attenti quindi ai cibi in scatola e trattati, come i cereali, salumi, prodotti da forno, marmellate, ecc.

    Prodotti con grano

    Evitare cibi cereali raffinati. Queste includono la maggior parte di pane, crackers, pasta e cereali per la colazione. Attenzione anche a torte, ciambelle, biscotti, croissant, muffin e tutti i dolci e snack come patatine e popcorn.

    Grassi e oli

    Limitare i grassi saturi e gli oli vegetali raffinati. Addio quindi a margarina, strutto o oli parzialmente idrogenati che si trovano in biscotti, torte, dolci, ciambelle, patatine, cibi fritti, dolciumi e la maggior parte del cioccolato.

    Carni, pollame e pesce

    Eliminare carni rosse ad alto contenuto di grassi saturi e grassi di altri tagli di carne – costole, pancetta, salsicce, hot dog, peperoni, salame, mortadella e altri salumi confezionati, più la maggior parte degli hamburger. Evitare inoltre pesce fritto, carne e pollame, così come la pelle di pollame.

    Caseari

    Ritagliate panna e crema di qualsiasi prodotto, come il pieno di grassi crema di formaggio, panna, creme, panna montata e crema di ghiaccio. Limitare l’uso di burro (pieno di grassi) formaggi ed eliminare il latte intero.

    Fagioli e semi

    Stare lontano da qualsiasi zuppa di fagioli o che contengono peperoncino salsiccia, pancetta, prosciutto o altri salumi alto contenuto di grassi. Meglio non puntares sui semi arrosto negli oli.

    Frutta secca

    Evitare tutta la frutta secca salata oppure dolce perché altamente calorica. Anche se quella di qualità può essere assunta in piccole dosi offrendo una buona percentuale di vitamine e elementi nutritivi, si consiglia di essere parsimoniosi.

    Margarina idrogenata

    La margarina è meglio evitarla puntando sull’olio di oliva in modeste quantità come grasso per cucinare e condire. Abbandonare assolutamente la margarina economica con grassi idrogenati.

    Uova di scarsa qualità

    Mangiare uova non è un male soprattutto se si preparano in modo opportuno (non fritte né strapazzate, meglio bollite ad esempio) e in scarsa qualità. Ma meglio scegliere quelle bio (codice 0) oppure di buona qualità (1). Evitare quelle dal due in su, insomma.

    Cibi da Fast Food

    Una summa di tutto ciò che abbiamo già precedentemente affermato, meglio evitare di mangiare cibo spazzatura di quello ampiamente fritto e/o preparato con ingredienti di scarsa qualità. Puntare invece su alimenti genuini e bio.