Impianti dentali in ceramica: le risposte alle domande più frequenti

da , il

    Impianti dentali in ceramica: le risposte alle domande più frequenti

    Al giorno d’oggi si sente parlare sempre più spesso degli impianti dentali in ceramica: valida alternativa a quelli classici in titanio, che continuano a rappresentare una soluzione alquanto gettonata. Molti pazienti tuttavia sono ancora poco informati in merito agli impianti in ceramica, che sono spesso consigliati per ovviare ad alcuni problemi piuttosto comuni. Vale dunque la pena chiarire i dubbi più frequenti in merito a tale soluzione, che ormai viene proposta da tutti i migliori studi dentistici italiani.

    Gli impianti dentali in ceramica sono resistenti?

    Una delle domande che viene posta più frequentemente da parte dei pazienti è proprio questa, per ovvie ragioni. Quando infatti si parla di ceramica, vengono subito alla mente impianti ed otturazioni che in passato hanno creato non pochi problemi, in quanto più fragili e suscettibili al rischio di rottura. È importante precisare però che le soluzioni proposte al giorno d’oggi dai migliori dentisti sono realizzate in un particolare tipo di ceramica, chiamata zirconia. Questa presenta delle caratteristiche eccezionali ed è estremamente resistente, addirittura 3 volte in più rispetto al titanio. Non ci si deve dunque preoccupare della possibilità che l’impianto si rompa.

    Di che colore sono gli impianti in ceramica?

    Gli impianti dentali in ceramica zirconia sono bianchi e questo è un altro dettaglio che li rende particolarmente interessanti. Tale caratteristica infatti consente di ovviare al problema della scarsa biomimeticità del titanio, che costringe ad effettuare innesti qualora il paziente avesse le gengive particolarmente sottili. Grazie alla zirconia questo non è più necessario, proprio perché non vi è il rischio che l’impianto si intraveda e sia dunque esteticamente sgradevole. Ecco il motivo per cui ai pazienti che hanno gengive molto sottili viene spesso proposta questa soluzione.

    A chi rivolgersi per gli impianti dentali in ceramica?

    Al giorno d’oggi i migliori studi dentistici propongono anche questa alternativa ai propri pazienti, oltre naturalmente al titanio che rimane un materiale ancora ampiamente utilizzato nel campo dell’implantologia dentale. Tra i professionisti specializzati in impianti in ceramica a Milano troviamo sicuramente il dott. Virzì: il suo studio è infatti ormai un punto di riferimento per chi cerca soluzioni all’avanguardia. Non tutti i dentisti propongono impianti in zirconia, ma questo non dipende dal fatto che si tratti di un materiale poco interessante. Rappresenta piuttosto una novità e sono ancora diversi gli studi dentistici che su alcuni aspetti sono rimasti un po’ indietro.

    Gli impianti in ceramica rischiano di provocare allergie?

    Un altro vantaggio degli impianti dentali in ceramica è proprio questo: non rischiano di provocare allergie, a differenza del titanio che essendo un metallo può dare problemi ai pazienti più sensibili da questo punto di vista.

    Quali sono i vantaggi degli impianti in ceramica?

    Oltre a quelli che abbiamo appena visto, i vantaggi degli impianti in ceramica zirconia sono numerosi. Questo è un materiale al quale la placca aderisce pochissimo e ciò si traduce in un rischio inferiore di infezioni. Inoltre non è soggetto a corrosione visto che non si tratta di un metallo ed ha un’elevata capacità di osteointegrazione.