Dormire bene grazie ai segreti di Cristiano Ronaldo

Il fuoriclasse della Juventus ha un rapporto maniacale col proprio fisico e con la sua salvaguardia. Il sonno è uno degli aspetti più importanti per il nostro benessere, ecco come lo juventino se ne prende cura

da , il

    cristiano ronaldo sonno
    Ansa

    Il segreto per dormire bene? Chiedeteli a Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese della Juventus è noto per avere una dedizione quasi maniacale alla cura del proprio corpo. D’altra parte è il mezzo che l’ha fatto diventare uno dei calciatori più forti di sempre, nonché uno degli uomini più desiderati del pianeta. A 33 anni ha ancora un fisico da 25enne, merito proprio della massima attenzione che presta alla cura della propria persona, dall’alimentazione al sonno, dall’allenamento allo svago. Ed è noto che il sonno e il riposo siano proprio tra gli aspetti più importanti per evitare l’invecchiamento e mantenersi giovani. Scopriamo quali sono i segreti per dormire bene messi in pratica da Cristiano Ronaldo.

    I consigli di Nick Littlehales

    Di Cristiano Ronaldo conosciamo la dieta così come l’elenco delle sue ex-fidanzate. Oltre ad allenarsi con la propria squadra, club o nazionale e dunque Juventus e Portogallo, il lusitano spende buona parte della giornata a curare il suo fisico statuario. Per quanto riguarda il sonno si è rivolto a uno dei massimi sleep adviser al mondo ossia il consulente del sonno Nick Littlehales che ha studiato il piano dettagliato e vincente che vi sveliamo.

    Niente schermi prima andare a letto

    Nick Littlehales ha definito il suo paziente “ossessionato dal suo corpo” ed è solo una conferma di ciò che già si sapeva. Tra i cardini della sua filosofia c’è l’evitare qualsiasi schermo digitale a partire da almeno 90 minuti prima di andare a dormire.

    Riposini da 90 minuti

    La collaborazione tra il campione e lo sleep adviser era iniziata già ai tempi di Ancelotti al Real Madrid e prevede non un’unica dormita continua di otto ore tirate come dice il consiglio popolare, ma tanti pisolini da 90 minuti. Come raccontato nel suo libro Sleep: The Myth of 8 Hours, the Power of Naps… and the New Plan to Recharge Your Body and Mind e come proposto a CR7, il riposo va dilazionato in cinque riposi da appena 90 minuti ciascuno disseminati in tutta la giornata.

    Dormire in posizione fetale

    La posizione in cui Ronaldo dorme è quella fetale con indosso solo biancheria pulita (non dunque il pigiamino, sempre lo stesso, indossato per dieci notti di fila). Ronaldo dorme dunque in posizione fetale, un po’ come gli animali che si accoccolano per cercare calore e protezione. E allo stesso modo del feto nella pancia della mamma.

    Dormire su un materasso in schiuma

    Per dormire bene Cristiano Ronaldo sceglie un materasso rigorosamente di schiuma e spesso dieci centimetri così come suggerito da Littlehales. Anche

    i ciclisti del Team Sky, seguiti da Littlehales, hanno adottato questa scelta.

    Per riposare bene meglio dormire da soli

    La teoria vuole che si dorma da soli se non si ha un letto sufficientemente grande, ma siamo sicuri che questo non sia un grosso limite per Ronaldo che può permettersi un materasso a dieci piazze, nel caso.

    Sesso prima della gara? Sì, ma…

    Brillante la risposta che Littlehales ha dato a chi chiedeva se un atleta potesse fare sesso prima di un match: riprendendo il ct della Nigeria a USA ’94, il problema non è tanto fare l’amore prima di una gara, quanto spendere l’intera notte per cercare una potenziale partner.