David Crosby, l’omaggio di Neil Young: “Ricordo solo le cose migliori”

Tanta la commozione per la scomparsa di David Crosby e tra i tanti omaggio ecco quello più atteso, firmato da Neil Young

Si dice che abbiano litigato molto e diverse volte i loro confronti siano finiti con le mani sul collo dell’altro. Si dice anche, frasi riportate per lo più, che Neil Young abbia detto che “persino David Crosby poteva diventare pesante quando si metteva a parlare di politica su un palco”. Frase alla quale Croz rispose… “Non conosco una persona più egotica di Neil Young”.

Neil Young QNM 230121
Neil Young durante la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Vancouver – QNM

In realtà i due hanno avuto un lungo periodo di vita parallela, spesso intersecata l’uno nell’esistenza dell’altro dividendo molto. Musica, canzoni, repertorio: ispirandosi a vicenda e spingendosi sul palco fino all’ultimo concerto insieme, nel 2013. In occasione del suo ultimo show dal vivo – otto mesi fa, quando ormai la malattia non gli consentiva quasi più nemmeno di suonare – fino all’ultimo Crosby ha sperato che da dietro le quinte si presentasse Neil Young. Magari per cantare la canzone che così tanto amava: “Long may you run…”.

David Crosby e Neil Young

“Ecco, se proprio dovessi rubare un brano al repertorio di quel figlio di buona donna di Neil, gli prenderei quella” disse ai giornalisti che gli chiedevano se avrebbe mai cantato “The needle and the damage done”, struggente brano scritto da Young per il suo capolavoro “Harvest” nel 1972. Perché tutti sanno che Young scrisse quella canzone proprio pensando a Crosby e alla sua convivenza con la droga. E Crosby, a dispetto di un brano di enorme successo che vanta almeno un centinaio di grandi interpretazioni, di quella canzone parlava malvolentieri …

Le parole dell’amico

Se le prime dichiarazioni sulla morte di David Crosby sono state di Graham Nash e di Stephen Stills, dopo alcune ore ecco comparire sul suo sito ufficiale anche la testimonianza di Neil Young. Attesissima: “David se n’è andato ma la sua musica continua a vivere. L’anima di CSNY, la voce e l’energia di David erano al centro della nostra band. Le sue grandi canzoni rappresentavano ciò in cui credevamo ed era sempre divertente ed emozionante quando suonavamo insieme. Insieme abbiamo sbranato la vita a morsi, nella prima parte della mia vita artistica è stato un grandissimo aiuto lavorare con lui. Stills e io ci siamo divertiti molto mentre le sue versioni di un brano potevano andare avanti all’infinito. E il suo modo di cantare con Nash è stato memorabile. Il loro duetto è stato per anni il clou di tanti dei nostri spettacoli”.

L’ultimo concerto, l’ultima lite

David Crosby QNM 230120
David Crosby, scomparso a 81 anni – QNM

Un ricordo malinconico e struggente. Anche se i due si lasciarono malissimo. Nel 2014, dopo un tour trionfale, con le offerte che cadevano a pioggia per tornare a vedere il quartetto al completo e dal vivo, in una delle sue sparate che così spesso offriva ai giornalisti, David Crosby parlò malissimo della compagna di Neil Young, l’attrice Daryl Hannah. I due litigarono e non si parlarono più.

Crosby chiese scusa, ammise di avere esagerato… Ma Neil Young decise di non suonare mai più con lui su un palco. Crosby, ricordando quell’episodio disse… “ancora una volta sono stato imperdonabile. Ma è solo perché sono tanto, tanto incasinato. Quella donna rende Neil felice. E io amo Neil, e lo voglio felice”.

Le ultime parole su un rapporto intorno al quale si potrebbero scrivere enciclopedie e non semplicemente libri biografici le offre proprio Neil Young: “Per te David ho solo tanto amore. Grazie per il tuo spirito e per le tue canzoni”.

Per chiudere con una frase che sembra copiata da “The needle…”“I love you man. Ricordo solo i tempi migliori”.