Perché passare all’elettrico: i tre motivi per scegliere un’auto elettrica

da , il

    auto elettriche 3

    Cambiare totalmente abitudini e passare all’elettrico richiede un percorso di consapevolezza in merito alle proprie esigenze e alle proprie disponibilità. Ci sono, sostanzialmente, tre motivi per scegliere un’auto elettrica: sostenibilità ambientale, piacere di guida e costi di gestione.

    Innanzitutto, scegliere di guidare un’auto elettrica aiuta l’ambiente contribuendo alla riduzione delle emissioni di CO2 e di svariati altri elementi inquinanti. Un veicolo a zero emissioni, come suggerisce il nome, non immette sostanze inquinanti nell’aria in modo da salvaguardare l’ambiente e il pianeta in senso più ampio. Se si sceglie di abbracciare totalmente la sostenibilità ambientale e si scelgono solo contratti di fornitura di energia elettrica provenienti da fonti rinnovabili, il beneficio non può che aumentare.

    Scopri di più

    Non a caso ci sono da anni degli ecoincentivi che puntano molto sulla transizione all’elettrico in modo da sensibilizzare le attuali e le future generazioni di automobilisti. Il futuro della mobilità sta cambiando e, sebbene ad oggi si stiano ancora sviluppando infrastrutture capillari su larga scala, ogni automobilista che sceglie di passare all’elettrico contribuisce anche alla diffusione di una nuova filosofia di vita.

    Ovviamente, l’elettrico non offre solo benefici e presenta anche delle criticità da analizzare e valutare su base personale. Ad esempio, i costi per l’acquisto delle auto elettriche sono elevati e, solitamente, richiedono uno sforzo economico ben superiore rispetto alle auto tradizionali mentre l’autonomia potrebbe rappresentare un problema per alcune specifiche esigenze. Di contro, oltre alla sostenibilità ambientale, ci sono numerosi vantaggi in termini di costi capaci di ammortizzare l’investimento iniziale con il corso del tempo. Tutto dipende dai km che si percorrono e dalle caratteristiche imprescindibili che si ricercano in un’auto.

    I costi di gestione: addio manutenzione

    auto elettriche
    Foto Dacia

    Uno dei vantaggi principali è sicuramente relativo ai bassi costi di gestione. La manutenzione, ad esempio, è ridotta e non è assolutamente paragonabile a quella delle auto tradizionali con motore termico a benzina oppure a diesel. Essendoci meno componenti meccaniche soggette ad usura, la manutenzione ordinaria è ridotta all’essenziale e, grazie al sistema di recupero dell’energia in frenata, anche il cambio dei freni diventa una spesa meno frequente ed impattante durante i tagliandi regolari.

    In buona sostanza, ci sarà da preoccuparsi solo di alcune operazioni di manutenzione e del cambio degli pneumatici, ovviamente il tutto in linea con l’assistenza che la casa madre suggerisce in base alla tipologia di auto.

    Ma oltre ai bassi costi di manutenzione, in base alla regione e alla provincia di residenza sono disponibili diversi vantaggi come l’esenzione totale o parziale dal pagamento del bollo auto, l’accesso libero alle Zone a Traffico Limitato (ZTL), nessun blocco alla circolazione ed eventualmente anche i parcheggi gratuiti sulle strisce blu.

    Le compagnie assicurative, infine, spesso propongono tariffe molto vantaggiose per le polizze sulle auto elettriche e questo, insieme a tutti i vantaggi visti prima, garantisce un buon risparmio a fine anno.

    Ovviamente il vero ago della bilancia è rappresentato dal rapporto ricariche/km. In base a come viene ricaricata l’auto sarà possibile risparmiare denaro altrimenti speso in carburante. In buona sostanza, i nostri consigli:

    • Ricaricare l’auto a casa è l’opzione più conveniente in termini economici ma più lenta in termini di tempo, a meno che non si installi una wallbox
    • Ricaricare l’auto alle colonnine pubbliche è comodo durante la quotidianità ma è più costoso
    • Ricaricare l’auto presso i punti di ricarica rapida è il modo migliore per ripartire in fretta ma è molto più costoso e andrebbe limitato ai soli casi di necessità

    Il piacere di guida tra comfort e prestazioni

    auto elettriche 2
    Foto Audi

    Chi pensa che guidare un’auto elettrica sia noioso si sbaglia. Guidare un’auto elettrica garantisce diversi vantaggi nell’esperienza al volante, a partire dal comportamento brillante e agile del motore elettrico che garantisce partenze fulminee e un’accelerazione costante ed energica. Difatti, la coppia di un’auto elettrica è subito disponibile e questo garantisce accelerazione e agilità senza precedenti, tanto da fare gola al mondo del motorsport.

    A livello di comfort, la silenziosità di marcia e la ridotta presenza di vibrazioni contribuiscono ad offrire ai passeggeri un senso di pace e di rilassamento durante i viaggi e, soprattutto, nel traffico cittadino. Anche i passeggeri, quindi, possono godere di un’esperienza confortevole, spesso coadiuvata da ricchi sistemi di infotainment e di massaggio e profumazione.

    Spesso, gli interni delle auto elettriche sono futuristici e hanno un forte legame con le più innovative tendenze di design. Di conseguenza, l’abitacolo appare quasi sempre innovativo e pulito, rifinito in ogni dettaglio e pronto ad accogliere gli occupanti.

    Per quanto riguarda la comodità di ricarica è necessario intraprendere un discorso più complesso. In base all’auto scelta e alla sua indole e dotazione tecnica si otterranno diversi valori di autonomia: si passa dai 300km di una citycar agli oltre 600km di un’auto da viaggio, che sia una berlina oppure un SUV. Come accennato prima, il comfort di guida viene agevolato dalla possibilità di ricaricare le vetture elettriche presso diverse tipologie di fonti energetiche, comprese le colonnine ad alta velocità che, soprattutto sui viaggi lunghi, possono fare la differenza. Va tutto, chiaramente, messo in relazione con le esigenze, le percorrenze abituali e le disponibilità in termini economici o di infrastrutture sul territorio in cui si vive.