Sneakers, quando una scarpa da ginnastica costa quando 5 Ferrari ma un motivo c’è

C’è qualcuno disposto a spendere un patrimonio per acquistare un paio di sneakers. Ma per quale motivo? Scopriamo insieme i dettagli.

Ormai le sneakers sono diventate uno dei modelli di scarpe più celebri e apprezzati. Non è un caso che i modelli in edizione limitata spingano moltissime persone a rimanere in fila delle ore intere pur di accaparrarsene un paio.

sneakers per collezionisti
sneakers per collezionisti – qnm.it

Secondo gli esperti del settore, le scarpe sono sempre più riconosciute come una forma d’arte. Rispetto al passato, c’è molta più energia intorno all’acquisto, alla vendita e al guadagno delle stesse sneakers. Sempre meno persone comprano per indossare mentre cresce il numero di coloro che comprano per vendere.

Basti pensare che un’azienda di rivendita di sneaker con sede a Detroit, ha recentemente raggiunto la sbalorditiva valutazione di 1 miliardo di dollari negli Stati Uniti, a dimostrazione della solidità del mercato globale.

Le sneakers da collezione

Iniziata decenni fa come look caratteristico della comunità urbana, poi resa popolare dalla cultura hip-hop e dalle collaborazioni con le celebrità, la cultura delle sneaker sta attirando l’attenzione di investitori esperti.

sneakers per collezionisti
sneakers per collezionisti – qnm.it

Anche se i membri di questa nicchia considerano da decenni tale cultura una vera e propria forma d’arte, l’interesse da parte di investitori esterni è relativamente nuova. Questo, secondo alcuni esperti, sta aggiungendo credibilità alla cultura. Il problema è che ci sono individui che non sono mai stati interessati alla cultura hip-hop, né alla cultura delle sneaker ma che voglio appropriarsene.

Non c’è alcun dubbio che le sneakers siano amate da milioni di persone, compresi gli innumerevoli collezionisti disposti spesso a pagare cifre stratosferiche pur di accaparrarsi un’edizione limitata. Addirittura esiste anche un museo dedicato alle sneakers. Situato a Los Angeles, Sneakertopia assomiglia a una sorta di galleria d’arte, con oggetti ad alto prezzo. In esposizione c’è anche una rara sneaker Air Jordan realizzata in collaborazione con Eminem, valutata più di 30 mila dollari.

Tuttavia, la differenza tra un quadro centennale e una scarpa vecchia di decenni è ben nota alla comunità delle sneaker. Per prima cosa, a differenza dell’arte, le sneaker si deteriorano. E per il momento non c’è nulla che si possa fare per impedirlo.

Ciò significa che il mondo delle sneaker può essere imprevedibile come quello dell’arte. A volte gli investimenti ripagano quando una scarpa è disponibile in quantità limitata e particolarmente ricercata. Altre volte, gli articoli originariamente ad alto prezzo possono essere trovati in vendita mesi dopo perché non ha particolarmente attirato o soddisfatto i fan. Ci vuole un occhio attento per individuare in anticipo la differenza.

La maggiora parte dei collezionisti di sneakers possiede un numero di scarpe tale da poter passare anni senza indossare due volte lo stesso paio, ma secondo loro il valore di una scarpa è semplice: “È qualsiasi cosa qualcuno sia disposto a pagare per essa”.