Perché i capelli ricci tendono a essere anche crespi? Ecco come evitarlo

Si dice che il principale nemico dei capelli ricci sia il crespo, ma questo fastidiosissimo “effetto frizz”, in realtà, riguarda un po’ tutti i tipi di capelli. Sono tante le persone che ogni giorno combattono con il crespo e che temono che la percentuale di umidità nell’aria possa danneggiare piega e acconciature in poco tempo.

Le cause del capello crespo possono essere varie:

  • Per prima cosa bisogna tenere in considerazione che a volte il problema può semplicemente essere di natura genetica, perciò alcune persone sono semplicemente più predisposte di altre a questo tipo di capello.
  • Inoltre, sono dichiarati nemici dei capelli e amici del crespo: piastre per capelli, phon, tinture, trattamenti di decolorazione troppo aggressivi, e prodotti altamente chimici;
  • Altri fattori causa del crespo possono essere un forte stress o anche una cattiva alimentazione;
  • Tuttavia, la causa che più influisce sul dare un effetto crespo al capello è senza ombra di dubbio la mancanza di idratazione. Difatti il capello disidratato in condizioni umide tende ad assorbire l’umidità, così le cuticole del capello si espandono e la chioma si gonfia.

Ovviamente sono disponibili sul mercato prodotti per il trattamento dei capelli crespi ottimi ed efficaci, che combinati con azioni preventive possono evitare l’insorgere del problema.
Di seguito ti forniamo alcuni utili suggerimenti per combattere il crespo della tua chioma.

Lavaggio

In generale gli esperti consigliano due lavaggi a settimana, non di più, per qualsiasi tipologia di capello. Questo suggerimento è valido anche per chi ha capelli ricci, al fine di preservare il sebo naturale dei capelli, che li rende soffici e nutriti.

Asciugatura

Durante le belle giornate il consiglio che si dà a chi ha una chioma riccia è di lasciare asciugare i capelli all’aria. Questo tipo di asciugatura evita l’uso del phon e, quindi, il ricorso al calore che tende a danneggiare il capello. Per un look definito ed evitare il classico effetto paglia, l’ideale è utilizzare una mousse modellante per capelli ricci.
Durante il resto dell’anno il suggerimento è di non rinunciare mai al diffusore durante la fase di asciugatura. Il diffusore riduce l’effetto crespo e rispetta la forma naturale del capello. È preferibile asciugare i capelli a testa in giù per donare più volume.

Pettine

Chi ha i capelli ricci dovrebbe abbandonare l’idea di usare spazzole per capelli e preferire esclusivamente il pettine. Tra le tante tipologie di pettini a disposizione quello che meglio si adatta al riccio è il pettine in legno con denti larghi. Il legno è un materiale naturale che riduce l’effetto elettrostatico sul capello e i denti larghi mantengono inalterata la bellezza e la forma originale del riccio. Il pettine deve essere utilizzato solo sui capelli umidi, immediatamente dopo il lavaggio e una prima asciugatura.

Tessuti e umidità

Per asciugare i capelli è preferibile usare un tessuto in microfibra e tamponarli delicatamente anziché sfregare.
Ci sono tessuti che più di altri trattengono l’umidità e aumentano l’elettricità statica, tra questi vi è il cotone. Per questo si sconsiglia di usare federe per cuscini in cotone, ma di preferire altri materiali, ad esempio il raso o la seta, che non rimuovono il sebo naturale presente sulla chioma, lasciando i ricci ben idratati e definiti.

Hair care routine

Prendersi cura della propria capigliatura per evitare capelli crespi comporta un impegno quotidiano. Ecco alcune delle azioni che è bene includere nella tua hair care routine:

  • Pre-trattamento cute;
  • Pre-trattamento chioma;
  • Detersione specifica per la tipologia di capello;
  • Trattamento cute;
  • Trattamento capelli e styling.