Bitcoin, arriva la rivoluzione tanto attesa dagli investitori: l’annuncio

La crisi economica globale ha fatto precipitare il mercato delle criptovalute per mesi, adesso sembra che ci sia uno spiraglio di speranza: la crescita improvvisa del Bitcoin e di Ethereum potrebbe trainare tutto il settore.

Gli anni che hanno preceduto la pandemia di covid hanno visto la diffusione e l’affermazione delle criptovalute. A fare da traino al settore è stata la creazione dei bitcoin, la prima moneta virtuale del mercato economico. Sebbene questa moneta non avesse alcun corso legale e non fosse riconosciuta come spendibile al di fuori del web, l’interesse globale e la continua crescita di valore di questa moneta ha portato alle prime aperture nel mondo reale. Nel 2020, in piena pandemia, il settore stava ottenendo una crescita tale da far sì che in ogni parte del mondo – Italia compresa – fossero accettati i pagamenti in criptovaluta.

Bitcoin supera la soglia dei 20mila dollari
Bitcoin rialzo del 22% – QNM

Tutti, persino chi non si era interessato mai in investimenti, ha pensato che il mercato delle criptovalute potesse essere un’occasione per trarre guadagno e mettere da parte una somma extra da spendere per i propri progetti. Le aziende hanno cominciato ad investire con maggiore forza in questo settore, creando nuove criptovalute ed in alcuni Stati – come El Salvador e la Florida – queste monete hanno corso legale. Trainato dalla continua crescita del Bitcoin, arrivato a superare il valore di 40mila dollari, il settore ha conosciuto un’espansione ed una crescita che sembravano inarrestabili, ma così non era.

Il primo segnale di crisi è stato registrato nel 2021, quando gli effetti  della pandemia sono stati risentiti a livello economico in tutto il mondo. In quel periodo, tuttavia, c’era ancora molta positività ed il pensiero comune era quello di approfittare del momento di calo per poi beneficiare della successiva crescita. La mazzata è arrivata a febbraio del 2022, quando la crisi economica si è inasprita e la guerra tra Russia e Ucraina ha reso instabile tutto il mercato azionario. Per tutto lo scorso anno le criptovalute hanno fatto registrare solo cali e dal giugno scorso il Bitcoin è sceso stabilmente sotto i 20mila euro di valore.

Bitcoin, la luce dopo la tempesta: rialzo del 22% nell’ultima settimana, sforato il tetto dei 20mila dollari

Il consiglio che viene dato agli investitori quando si tratta di giocare in borza con le azioni e dunque anche quando si investe in criptomonete è quello di investire solo il quantitativo di denaro che si è disposti a perdere. Chiunque punti su una criptomoneta deve essere consapevole che ci può essere un calo improvviso e che quanto investito è andato perso. Sono in queste condizioni si può avere la serenità di non vendere nel momento di calo per non perdere tutto e dunque di attendere il momento in cui viene registrato il rialzo e si sta generando profitto per vendere e riscattare quanto guadagnato.

La dimostrazione che questo modus operandi può essere fruttuoso è l’andamento di mercato dell’ultima settimana. Il Bitcoin, ad esempio, è tornato a crescere in maniera costante e proprio in questi giorni ha superato la soglia dei 20mila euro, registrando il valore più alto da giugno 2022. Solo negli ultimi 7 giorni la crescita della prima criptomoneta (per valore e anno di creazione) è stata del 22,7%. Bene anche la seconda criptomoneta per valore, ovvero Ethereum, che ha fatto registrare un picco del 20,7%, arrivando al valore di 1.548 dollari.

Bitcoin supera la soglia dei 20mila dollari
Bitcoin – QNM

Il trend è sicuramente incoraggiante e mostra il primo raggio di speranza dopo molto tempo per gli investitori. Secondo CoinDesk questa crescita improvvisa non è irrazionale, ma dovuta a movimenti di mercato che hanno portato fiducia e investimenti. Per fare capire cosa intendono, spiegano che i token Ada e Sol sono cresciuti di prezzo perché le reti di cui fanno parte  – rispettivamente Cardano e Solana – hanno fatto registrare un incremento di investimenti. Allo stesso modo gli Ether sono cresciuti di valore per via dell’imminente aggiornamento del mercato azionario di Shangai, mentre l’aumento del 22% dei MATIC è dovuto al prossimo arrivo dell’aggiornamento di rete hard fork di Polygon.