Sneakers o scarpe in pelle? Qualità e durata fanno la differenza

da , il

    Sneakers o scarpe in pelle? Qualità e durata fanno la differenza

    Le tendenze più attuali in fatto di calzature sono orientate sicuramente verso le sneakers, scarpe comode, versatili ed esteticamente molto gradevoli.

    Non si può negare comunque che anche le tradizionali scarpe in pelle continuano ad avere un ampio mercato di consumatori, orientati verso uno stile più formale ed elegante.

    Leggi anche: Come abbinare jeans e scarpe

    Al di là dei gusti e delle preferenze personali, la scelta più conveniente tra sneakers e scarpe in pelle, non può prescindere da una valutazione del costo e della durata delle une e delle altre.

    Sneakers e scarpe in pelle a confronto

    In uno studio condotto da ShopAlike, portale leader nello shopping on line, emerge che l’87% degli intervistati usa le sneakers tutti i giorni e il 78% ne acquista almeno un paio nuovo una volta all’anno.

    Considerate scarpe informali per eccellenza, sono anche le più indossate di sempre, sia da parte di un pubblico adulto sia nell’ambito delle scelte di adolescenti e bambini. Sono accessori casual ma non necessariamente sportivi, ideali per rifinire un outfit da giorno per il lavoro e per qualsiasi occasione.

    Il termine “sneaker”, di origine inglese, indica una persona che si intrufola furtivamente; in effetti questa scarpa è dotata di una suola in gomma che la rende silenziosa e discreta.

    I materiali con cui sono prodotte le sneakers possono essere di diverso tipo, anche se quelli plastici sono preferiti, soprattutto se abbinati a tessuti tecnici in grado di offrire comfort e ottime prestazioni.

    Nella produzione delle scarpe in pelle, invece, le pelli utilizzate possono variare dal morbidissimo e raffinato vitello, al più rustico ma sempre elegante cuoio oppure al camoscio, confortevole e versatile, da abbinare a tutti gli stili.

    La pelle è un materiale naturale e, come tale, è più costoso di quelli sintetici, richiede maggiori cure per la sua manutenzione ma non si usura così facilmente come la plastica o i tessuti sintetici: un paio di scarpe di pelle di buona qualità può durare anche 15-20 anni, se ben tenute.

    Una scelta sostenibile: qualità o quantità?

    Considerando il fattore durata, ShopAlike ha calcolato i costi della scelta delle sneakers o delle scarpe in pelle, lungo un periodo di 10 anni.

    Mentre un paio di sneakers ha un ciclo di vita più breve data l’usura, un paio di scarpe di pelle di qualità ha certamente una durata maggiore. E’ molto probabile quindi che la qualità possa essere un fattore di risparmio rispetto alla quantità quando si parla di fare shopping in maniera sostenibile.

    Se prendiamo poi in considerazione le tendenze del prossimo decennio, la ricerca di uno stile di vita in armonia con l’ambiente e di soluzioni sostenibili guideranno sempre più le scelte di acquisto: la qualità quindi vince sulla quantità!

    La produzione calzaturiera artigianale di scarpe di pelle italiane è sinonimo di qualità. Le metodiche ormai collaudate nel tempo, rendono le scarpe italiane tra le più ricercate al mondo, veri e propri oggetti di culto.

    La sfide del futuro è a “impatto zero” anche nel settore della conceria che presta sempre maggiore attenzione a produzioni sostenibili, utilizzo di materie prime naturali, una filiera corta e il riutilizzo degli scarti di lavorazione.