Segreti per radersi bene, da uomo a uomo

da , il

    Segreti per radersi bene, da uomo a uomo

    Tutti gli uomini sono consenzienti: radersi bene la barba non è un compito facile! Non solo devi avere il gesto giusto per rimuovere i il pelo senza tagliarti, ma devi anche prenderti cura della tua pelle e lenirla. Qui di seguito dei consigli per ottenere una rasatura, a regola d’arte!

    Radere correttamente la barba, in 3 passaggi

    Radersi è un’operazione che si ripete giorno per giorno… L’utilizzo di rasoi provoca inevitabilmente micro-tagli oppure altre irritazioni sul viso, che compaiono sopratutto nel collo, nel mento e nelle labbra, a seguito di ripetuti passaggi della lama.

    Ecco alcuni consigli professionali da seguire e dei suggerimenti che ti aiuteranno a conseguire finalmente il processo di rasatura ideale per il tuo tipo di pelle, qualunque esso sia (grassa, secca o mista).

    1 – Prepara correttamente la pelle

    Per radere bene la barba, è necessario preparare correttamente la pelle.

    Idealmente, fai una doccia prima di raderti, o applica un asciugamano caldo sulle guance e sul mento. Questa tecnica, utilizzata dagli antichi barbieri, apre i pori della pelle, rende i peli più morbidi e ti rilassa. In alternativa, lava bene il viso con acqua calda, che agirà sia direttamente sui pori della tua pelle, aprendoli, che sulla barba, ammorbidendola.

    Inoltre, una volta alla settimana fai uno scrub: esfoliando la pelle la pulirai a fondo, rimuovendo le impurità. Di conseguenza, limiterai considerevolmente il rischio di irritazione ed arrossamento!

    2 – Completa con successo la fase di rasatura

    Appena la pelle è pronta, devi affrontare il secondo passo: la rasatura.

    La schiuma da barba o il gel da barba devono essere applicati in anticipo. Sarà più comodo e la lama scivolerà più facilmente sulla pelle, riducendo notevolmente il rischio di tagli. Una volta che il gel o la mousse saranno applicati sulla tua pelle, lasciali agire per qualche secondo prima di iniziare a raderti, scendendo gradualmente verso le guance, il mento e lasciando il collo per ultimo.

    Piccolo suggerimento: fai piccoli movimenti e immergi il rasoio in acqua calda per un secondo, dopo ogni colpo, per rimuovere la schiuma e i peli.

    LEGGI ANCHE: Radersi senza schiuma

    Termina sciacquando il viso con acqua fredda, per rimuovere eventuali residui di schiuma che siano ancora presenti sulla pelle.

    Attenzione al fatto che è fondamentale scegliere degli strumenti da rasatura di qualità: puoi trovare un elenco completo sulla pagina dedicata alla barba e alla rasatura di Douglas.it.

    3 – Coccola il tuo viso

    Ultimo passo: coccola il tuo viso! Anche con le migliori precauzioni al mondo, la rasatura può danneggiare la pelle. Quindi è essenziale prendersene cura.

    Una volta che la pelle è asciutta, è necessario idratarla correttamente, e se dovessi sentire tirare la pelle, è perché la crema o l’olio non sono abbastanza idratanti.

    Ricorda sempre di optare per un prodotto naturale, in grado di ammorbidire l’epidermide, nutrendola in profondità.

    Consigli generali da adottare

    • Gli strumenti ideali per radersi perfettamente sono: pennello, sapone o crema da barba (la schiuma secondo gli esperti sarebbe da evitare), rasoio a lametta, acqua calda e fredda, il dopobarba preferito ed uno stick di allume di rocca;
    • verifica che la lama del rasoio sia sempre ben affilata. I rasoi in commercio tendono ad avere lame non particolarmente taglienti (difatti spesso si devono gettare dopo poche rasature). Gli esperti consigliano rasoi con lame che hanno un rivestimento al platino;
    • se preferisci utilizzare il pennello, occorre bagnarlo e poi lasciarlo sgocciolare: tutta l’acqua in eccesso deve uscire. Sarebbe bene ammorbidirne le setole tenendolo immerso nell’acqua calda per qualche minuto, così da non irritare la pelle. Raccomandabile anche avere due specchi collocati strategicamente in maniera da permettere una buona visione per la rasatura;
    • per avere la rasatura ideale, è importante anche capire la direzione naturale del pelo. Per capirla ti basterà accarezzare con la mano la barba: se il pelo punge, irrita o gratta allora cambia subito direzione, perché significa che è quella scorretta.