Stress e ansia, i rimedi dei vip e delle star internazionali: scelte originali tutti da provare

A volte lo stress raggiunge livelli tali da portarci sull’orlo di una crisi di nervi: provate con queste semplici abitudini da “vip”, vi cambierà la vita.

La società moderna è strutturata in modo tale da indurre a pensare che la realizzazione personale arrivi attraverso il lavoro ed il raggiungimento di specifici obiettivi. Sin da piccoli veniamo incanalati in un percorso decisionale obbligato che parte dalla scuola, diventa stringente quando bisogna scegliere l’università e imperativo quando si raggiunge il mondo del lavoro. L’età adulta è poi un vero e proprio caos, si ha l’obbligo di fare carriera e raggiungere obiettivi successivi per non essere travolto dalla frustrazione, ma anche quello di creare una famiglia, dare seguito al proprio retaggio familiare, mantenersi, mantenere la famiglia, mettere da parte i risparmi per l’educazione e l’avvio del percorso dei figli.

Bill Gates
Bill Gates – qnm.it

Il dover affrontare così tanti compiti e dover pensare a come gestire e raggiungere tutti gli obiettivi può risultare davvero stressante, specialmente se si è costretti a compiere un lavoro che non ci piace, o nel quale ci vengono assegnati compiti basilari e stupidi, in cui le nostre capacità vengono sottovalutate costantemente o peggio vengono volutamente denigrate per demoralizzarci e non permetterci di crescere. Una routine di questo tipo può portare alla depressione e nei casi ancora più estremi all’esaurimento nervoso. Al di là del fatto che nessuno ci obbliga a rimanere fissi in un posto e che c’è sempre la possibilità di cambiare e migliorare, è buona abitudine eseguire nel corso della giornata delle attività che ci consentono di rilassarci e di non impazzire.

I rimedi dei vip americani per combattere lo stress: potrebbero cambiarvi la vita

Il primo rimedio antistress è consigliato da un uomo che è riuscito a fare una fortuna ed è oggi uno degli uomini più ricchi del mondo, stiamo parlando di Bill Gates, ex presidente e fondatore di Microsoft, ancora oggi azienda leader nel settore dell’informatica. Per questo geniale imprenditore, il metodo migliore per placare lo stress è dedicarsi alla lettura di un buon libro, anche per un tempo brevissimo della giornata. Provateci quotidianamente, anche solo per 10-20 minuti e vedrete come riuscirete a staccare la mente dai problemi quotidiani e a rilassarvi.

Il secondo rimedio ce lo consiglia il professore di Harvard, Charles Czeisler (esperto di Medicina del sonno), e consiste nello staccare gli occhi dagli schermi prima di andare a dormire. Lo stare davanti allo schermo, infatti, impedisce al nostro cervello di secernere le sostanze utili a dormire in maniera tranquilla: pare infatti che i fotoni catturati dai nostri occhi ed elaborati dal nostro cervello diano al nostro organismo la sensazione che sia sempre giorno e dunque non ci permettano di riposare in modo adeguato.

Il terzo rimedio è un consiglio fornito dal Ceo di American Express e consiste in un’abitudine che potrebbe migliorare la gestione della giornata. Questo infatti consiglia di fare una lista delle cose da fare il giorno seguente, in modo da essere psicologicamente preparato a svolgere tutti i compiti di una giornata e dunque di farlo con un minore senso di stress. Per chi svolge un lavoro creativo, invece, il consiglio da seguire è quello di Vera Wang (stilista americana), la quale consiglia di creare qualcosa, anche solo concettualmente, prima di andare a letto. In questo modo avrete già qualcosa di idealmente pronto che potete sviluppare la mattina successiva.

I rimedi allo stress dei vip
I rimedi allo stress dei vip – QNM

L’ultimo rimedio riguarda il trovare un’attività distensiva, capace di farvi trascendere dal corpo e svuotare la mente. Secondo uno studio della Harvard University del 2014 condotto su un campione di 19mila persone, la meditazione (dunque anche la preghiera per chi è credente) è un ottimo metodo per svuotare la mente, fare scendere il livello di stress e calmare i dolori dovuti all’attività quotidiana. Per chi non riesce proprio ad essere spirituale, il consiglio da seguire è quello del Ceo di Buffer, il quale ritiene che fare una passeggiata la sera prima di andare a coricarsi lo aiuta a rilassarsi e ad alimentare la sua creatività.