Le ville di lusso sul Lago di Como

da , il

    ville lusso lago di como

    Le bellezze del territorio del lago di Como sono certamente quelle paesaggistiche. I numerosi giardini e parchi che contornano le sponde del lago, la vista delle colline che si ergono fino a congiungersi con i monti, i tanti borghi che come piccole bomboniere sono disseminati tutti attorno al lago e le numerose ricchezze artistiche sono solo alcune delle meraviglie da ammirare quando si fa visita in questo luogo.

    Per conoscere meglio anche il lato architettonico e storico che caratterizza il periodo tra il 500 e l’800 di questa zona non può mancare nell’agenda delle cose da visitare del lago di Como anche una passeggiata tra i parchi e ville aperte al pubblico e quindi visitabili.

    Sono tutti luoghi di incredibile eleganza e raffinatezza. Percorrere una passeggiata in queste proprietà è come trovarsi protagonisti di un quadro d’autore. Alcune ville visitabili sono oggi anche famose strutture ricettive alberghiere.

    Fra tutte vale davvero la pena ricordare Villa Balbianello. Il suo progetto originale risale alla fine del 700 e il nome deriva da appezzamenti di terreno non lontani di proprietà del Cardinale Angelo Maria Durini proprietà detta “Balbiano”. In epoca successiva la villa e i suoi giardini hanno subito alcuni restauri e modifiche alla pianta originale fino all’ultimo proprietario lo scalatore Guido Monzino che nel 1971 arricchì la proprietà con alcuni cimeli provenienti dalle sue imprese sul monte Everest e fece costruire anche una biblioteca che ancora oggi ospita oltre 4 mila libri dedicati alle spedizioni al polo Nord e sulle Alpi. Oggi la villa è uno dei tesori del FAI ed è quindi una casa- museo a tutti gli effetti. Villa Balbianello comprende giardini ricchi di azalee, rododendri, platani, magnolie e altri alberi secolari e prati verdissimi fino a incontrare le acque del lago dove è stato ricavato anche un piccolo attracco.

    Anche Villa Melzi d’Eril è un’altra tappa fortemente consigliata. La sua architettura è un esempio di stile neoclassico. Si trova a sud di Bellagio ed è facilmente raggiungibile e visibile dalle sponde del lago, le sue facciate bianche infatti risplendono fin da lontano ed è impossibile non notarla. Il giardino di questa proprietà è davvero particolare, poiché oltre a piante secolari, arbusti e fiori rari troviamo anche numerose statue egizie che ben si armonizzano con lo stile della villa. Spunta poi una gondola che fu fatta portare per questo giardino da Venezia da Napoleone. Continuando a percorrere le vie del giardino troviamo anche una cappella di famiglia e una serra che era servita, in tempo passato, per ricostruire il perfetto ambiente per la coltivazione delle arance. Le decorazioni degli spazi interni sono state attribuite a Canova e la porta dell’ingresso della casa della famiglia Melzi di Milano fatta portare fino a qui è opera di Bramante. Oggi la villa è un museo visitabile da marzo fino ad ottobre.

    La visita a porte aperte può proseguire con Villa Monastero che prende il suo nome dal convento femminile che fu l’origine della sua costruzione. Intorno alla metà del 500 la villa fu di proprietà della famiglia Mornico che ne mantenne la proprietà per circa tre secoli. Verso la metà del 900 la villa passo poi agli enti pubblici, attualmente è in gestione alla Provincia di Lecco, che ne ha fatto un museo ed uno spazio per ospitare mostre, rassegne e convegni di che richiamano numerosi ospiti anche internazionali in una cornice di grande pregio ed eleganza. Le sale aperte al pubblico sono 14 e alcuni ambienti sono anche ideali per celebrare i matrimoni. Per raggiungerla ci si deve spostare verso la sponda occidentale del lago, a Varenna. Anche in questo caso la villa è contornata da uno splendido giardino caratterizzato da piante ricercate e fiori esotici su una distesa di oltre due chilometri.

    Vale certamente il viaggio anche una sosta a Villa Pliniana. Questa dimora fu costruita nel 1573 quasi direttamente e sulle acque del lago, tanto che da lontano sembra fluttuare. Oggi la villa è una struttura ricettiva di lusso con anche alcune suite; ciò la rende una delle ville più gettonate per l’organizzazione di matrimoni ed eventi. La struttura, in perfetto stile rinascimento, si sviluppa su 4 piani con una grande terrazza centrale. Villa Pliniana fu meta di soggiorni anche di personaggi illustri come Rossini e Bellini che qui usarono il pianoforte, ancora oggi visibile, per alcuni loro componimenti. Di certo questi musicisti si lasciarono ispirare dai colori e profumi del grande giardino attorno che ospita anche un piccolo eremo: il pensatoio ideale per momenti di immersione nei propri pensieri e riflessioni, anche questo ancora oggi visitabile.

    La visita diretta di queste ville di lusso sul lago di Como è un’esperienza che va sempre consigliata, perché serve a riempire gli occhi di colori e riporta a sensazioni di tranquillità e relax con tinte di prestigio e storicità che solo questi luoghi sanno dare.