Come si fuma un sigaro: consigli e curiosità

Sei curioso di scoprire come si fuma un sigaro? Perfetto, perché sei capitato nel posto ideale; oggi ti sveliamo tutte le curiosità e i consigli più utili per riuscire a fumare un sigaro nel modo più giusto. Dai sigari cubani a quelli italiani, ecco tutto ciò che c'è da sapere sui sigari in commercio.

da , il

    Come si fuma un sigaro: consigli e curiosità

    Fumare il sigaro rende affascinanti e soprattutto dona attimi di pace e rilassamento. Sai come si fuma il sigaro? Innanzitutto è fondamentale imparare a riconoscere le diverse qualità, per scegliere quella che più si adatta alle proprie esigenze, poi bisogna imparare a tagliare e, soprattutto, accendere i sigari. Quindi, oggi noi di QNM.it ti sveliamo tutti i consigli e tutte le curiosità da conoscere su come si fuma un sigaro e affrontare questa nuova esperienza al meglio.

    Riconoscere i vari tipi di sigaro

    come si fuma un sigaro

    In commercio esistono centinaia di marche differenti, tuttavia è importante conoscerne le caratteristiche dei sigari per evitare di ritrovarsi a fumare, la prima volta, un sigaro magari troppo forte. Inizialmente potresti farti consigliare da un esperto (se ce l’hai), oppure, semplicemente dal tabaccaio. Conoscere le varie tipologie in commercio è un primo passo importante verso quel mondo in cui hai deciso di addentrarti.

    Ecco alcune varietà di sigaro:

    • Corona: è lungo circa 15 cm ed ha un diametro di 1,7 cm; ha la parte che si accende, ovvero il piede, aperto, mentre la testa, ovvero la parte che si mette in bocca, rotonda;
    • Piramide: ha la testa chiusa e a punta;
    • Torpedo: è caratterizzato da un rigonfiamento a metà ed ha la testa appuntita ed il piede chiusi;
    • Perfecto: presenta anch’esso un rigonfiamento a metà e ha entrambe le estremità chiuse;
    • Panatelas: è lungo circa 17 cm ed ha un diametro di 1,5 cm; sembra un Corona più sottile;
    • Culebra: è realizzato con tre Panatelas intrecciati; il suo aspetto ricorda quello di una corda.

    Quale sigaro fumare

    come fumare il sigaro

    Inizialmente è sempre consigliabile fumare un sigaro leggero. Per identificare quello giusto, la cosa migliore è provarne diversi, senza comprare da subito un’intera scatola da trenta sigari di una sola tipologia. Se poi non dovesse piacerti? Evita anche di acquistare quelli troppo costosi, per iniziare andrà benissimo un sigaro economico dal gusto dolciastro. Parti dal presupposto che il sapore diventa più intenso, più il sigaro è lungo e largo: quindi, opta per un sigaro lungo e stretto.

    Come conservare i sigari

    come fumare un sigaro come conservarli

    La soluzione migliore per conservare i sigari, è quella di comprare un portasigari umidificato. Altra valida soluzione è quella di comprare pochi sigari alla volta, poiché si asciugano solitamente in un paio di giorni, e conservali in un contenitore sottovuoto, tipo quelli da cucina.

    Come tagliare il sigaro

    come fumare un sigaro consigli

    Prima di poter fumare un sigaro, dovrai preoccuparti di tagliare con una lama il cappello, ovvero l’involucro che copre la testa. Ovviamente, in commercio esistono degli ottimi taglia-sigari a lama singola; tuttavia, soprattutto all’inizio, potrai utilizzare un comune coltello, purché sia molto affilato. Attenzione! Non usare forbici o, peggio ancora i denti, rovinerai sicuramente il sigaro, rendendolo infumabile. Ricorda, inoltre, che il taglio dovrà essere netto e dovrà conservare il più possibile la forma iniziale del sigaro.

    Come accendere il sigaro

    fumare il sigaro

    Esistono diverse tecniche per accendere un sigaro: i fiammiferi di legno e gli accendini a butano sono le soluzioni più indicate, poiché mantengono inalterato il sapore. Cerini di carta e accendini a gas sono off limits. A questo punto devi provvedere a scaldare il piede del sigaro, ovvero quello che poi andrà acceso: avvicinati con la fiamma e fai due giri intorno, cosicché si riscaldi omogeneamente. Ora puoi finalmente accendere il tuo sigaro: sposta la fiamma davanti al sigaro e ispira fino a che si accende. Ricordati di non inalare il fumo!

    Come fumare il sigaro

    come fumare il sigaro

    Ora sei a cavallo e non ti resta che capire come fumare il sigaro. Prima cosa da fare è tenere il sigaro in bocca, aspirare, e trattenere il fumo per pochi secondi, quindi espira buttando fuori tutto il fumo. E’ importante non inalare, poiché è diverso dalla sigaretta, il sigaro va piacevolmente assaporato. Ripeti le boccate circa ogni minuto e ricordati di attendere sempre almeno 30 secondi. Dopo una decina di boccate, rimuovi la fascetta. Infine un ultimo consiglio: il modo migliore di gustarsi un sigaro è di accompagnarlo con una bevanda alcolica. Ovviamente non è indispensabile, tuttavia alcuni alcolici esaltano l’aroma del sigaro: il porto, il rum, il cognac, il bourbon, lo scotch e il vino rosso sono i più adatti.