Twitter: catastrofe per gli utenti, se non aprite subito l’app perdete tutto

Una vera e propria catastrofe sta per colpire tutti gli utenti di Twitter. Bisognerà per forza aprire l’applicazione per non perdere tutto.

Su Twitter una vera e propria catastrofe potrebbe colpire in queste ore tutti gli utenti. Infatti a breve sarà necessario per forza aprire l’applicazione sui propri device per non rischiare la fuga dei vostri dati.

Twitter
L’ultimo grande pericolo sul social network – Qnm.it

Sono settimane di grande agitazione per Twitter con il presente del social network a dir poco turbolento da quando si è passati dalla direzione di Jack Dorsey a quella di Elon Musk. Il Ceo di Tesla infatti ad oggi ci ha solo rimesso con l’acquisizione del social, arrivando ad una perdita record di patrimonio. L’imprenditore sudafricano in poche ore è passato da un patrimonio di 320 miliardi di dollari, ad uno di ‘soli’ 138 miliardi di dollari. Inoltre il futuro non sembra il più roseo per gli utenti che posseggono un account sul social californiano. Infatti secondo alcuni report l’azienda starebbe considerando di organizzare delle aste online per la vendita di nomi utenti, con queste che saranno anche noti con il nome di handle.

Twitter, Elon Musk nega tutte le accuse: “Non c’è nessuna evidenza”

Lo scorso mese Musk in un tweet aveva annunciato che era pronto a rendere disponibili oltre 1.8 miliardi di nomi utente. Allo stesso tempo anche tutti gli account inattivi erano pronti ad essere eliminati dalla stessa piattaforma. A dirla tutta Musk aveva inserito questo caldo argomento già nella trattativa per l’acquisizione dell’applicazione da Jack Dorsey. Inoltre su Twitter è presente una policy chiamata squatting, che allo stesso tempo ha fatto aumentare la vendita di username nel dark web. Dall’acquisto di Twitter per 44 miliardi, sono tantissimi gli sponsor che hanno abbandonato il social, complici anche le politiche di Musk.

Twitter
Il social rispedisce al mittente tutte le accuse – Qnm.it

Come annunciato sono settimane complicate per Twitter. Infatti nelle ultime ore un database avrebbe rivelato che sarebbero trafugati online oltre 200 milioni di username ed indirizzi mail degli utenti. Nonostante ciò il social di Elon Musk con un comunicato ha annunciato: “Il dataset non può essere correlato con gli incidenti precedenti o con qualsiasi dato derivante dallo sfruttamento dei sistemi Twitter“. Quindi secondo i vertici del social, chi è riuscito a far uscire tutti i dati non avrebbe sfruttato le vulnerabilità del sito ed il data sarebbe solo frutto di una collezione data già pubblicata in precedenza.

Inoltre sempre secondo a quanto riportato dai social 5.4 milioni degli account riportati sarebbero già stati esposti nell’agosto 2022. Mentre invece 400 milioni di istanze di dati utente nella seconda presunta violazione non possono essere correlate all’incidente segnalato in precedenza, né a nuovi incidenti. Lo stesso vale anche per altri 200 milioni di account trafugati. Infine secondo Twitter entrambi i set di dati erano gli stessi, sebbene nel secondo fossero state rimosse le voci duplicate. In conclusione nessuno dei dataset analizzati comprendeva delle password che avrebbero messo a rischio milioni di account.